Papà

//static.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2014/04/etc3a0papc3a0-640x480.jpg
Il ruolo del partner è fondamentale per la serenità della neomamma e del piccolo, ma una volta nato il bambino, il papà può sentirsi escluso dal rapporto speciale che si instaura tra la mamma e il bebè. 
Per quanto entrambi abbiano desiderato molto l’arrivo di un figlio, mamma e papà hanno sensazioni diverse in merito alla nascita del bebè: la donna, avendo vissuto intensamente l’attesa del bambino sia dal punto di vista psicologico sia fisico, instaura istintivamente con il neonato un rapporto di complicità. Nel papà invece, pur avendo partecipato ai corsi preparto e al parto stesso, dopo la nascita del figlio può subentrare un senso di distacco nei confronti del bambino e di esclusione dal rapporto madre-figlio. Tutto ciò è normale, in quanto l’uomo è fisicamente escluso dalla gravidanza e l’arrivo del bebè può in qualche modo deludere le sue aspettative: il neonato sembra desiderare solo la vicinanza della mamma, fonte di nutrimento e di coccole. Nel neopadre gelosia e frustrazione sono quindi sensazioni molto diffuse, destinate però a scomparire con il tempo.
Perché il bebè cerca solo la mamma?
L’arrivo di un figlio è per i neogenitori l’inizio di una nuova vita, arricchita di sensazioni nuove. Nonostante sia la mamma sia il papà siano entusiasti della nascita del loro bebè e siano pronti a prendersene cura, si assiste ad una accentuata divisione dei ruoli. È la mamma infatti in questa fase iniziale ad essere il centro della nuova famiglia, in quanto è con lei che il bebè instaura un rapporto esclusivo, iniziato già quando il bimbo era nel pancione.
Il rapporto simbiotico che si instaura tra la mamma e il suo bambino trae la sua origine dalla gestazione e perdura una volta nato il bebè. La mamma infatti rappresenta per il piccolo la fonte primaria di nutrimento e di soddisfazione: allattando al seno la neomamma soddisfa le principali esigenze del neonato, perché lo nutre e, attraverso la suzione, lo rilassa e gli dona piacevoli sensazioni. Il piccolo identifica così la mamma come un bene insostituibile e desidera intensamente il contatto con lei. Una volta nato il bebè, la neomamma è naturalmente più ricettiva in merito alle esigenze del piccolo ed è più disinvolta con il neonato. Tutto ciò è dovuto non solo ad un fattore istintivo, ma anche al fatto che la neomamma in genere trascorre molto tempo con il bambino, mentre il papà è impegnato con il lavoro.
I DIRITTI DI MATERNITA’ ANCHE PER IL PAPA’: SCOPRI DI PIU’ CLICCANDO QUI!
Le sensazioni del neopapà
In genere i padri sono euforici dopo la nascita del loro bebè e assistono alla magia del rapporto madre-figlio con stupore e ammirazione. Ma è proprio questo sentirsi “spettatore” che fa insorgere una certa frustrazione e un senso di esclusione. Inoltre, trascorrendo poco tempo con il neonato a causa degli impegni lavorativi, il neopapà si sente più impacciato nel prendere in braccio il bebè o nel cambiargli il pannolino e si trova spesato di fronte ai pianti improvvisi del neonato. È normale che il papà sia geloso del bambino: tra mamma e bebè si instaura un rapporto di simbiosi, dal quale il papà è naturalmente escluso. Se la mamma allatta al seno, il padre può vedere il piccolo come un “intruso”: il seno non è più una zona esclusiva legata alla sfera intima tra i partners, bensì è ora a completa disposizione per il nutrimento del bebè.
Una figura fondamentale
La figura del papà è essenziale per lo sviluppo psicologico sano del bambino. Quindi, anche se all’inizio il papà si sente in secondo piano rispetto alla mamma, deve stare tranquillo e accettare questa fase: con il tempo il piccolo si affezionerà al papà quanto alla mamma.
È di aiuto pratico e psicologico per la mamma. Il papà può aiutare concretamente la neomamma nella cura del piccolo e nella gestione della casa. Per la donna è molto importante sapere di poter contare sul partner e avere un punto di riferimento è fondamentale per la sua serenità. È basilare che tra i neogenitori ci sia un complice dialogo, per raccontarsi le sensazioni che provano e i dubbi che possono insorgere.
È una figura di riferimento importante per lo sviluppo psicologico del bebè. La presenza della figura paterna è fondamentale in famiglia, per evitare che si crei un rapporto morboso tra mamma e bebè. Il papà “spezza” e movimenta la diade madre-figlio, offrendo anche alla mamma la possibilità di non sentirsi solo madre, bensì donandole più completezza. Dai 3 ai 6 anni di vita, il bimbo attraversa la delicata fase dell’identificazione sessuale, durante la quale il ruolo del padre è essenziale. Si stabiliscono infatti sottili equilibri in virtù dei quali il maschietto si infatua della madre e si identifica con il padre, viceversa la femminuccia s’infatua del padre identificandosi con la madre: da questo parte lo sviluppo dell’identità sessuale del bambino. Inoltre si crea una sorta di competizione tra il figlio e il padre nei confronti della madre (viceversa per le bimbe): tutto ciò è assolutamente normale e importante per lo viluppo psicologico del figlio in quanto individuo.
Tra padre e figlio il rapporto cresce con il tempo
Il papà si infatua all’istante del suo piccolo è si tratta di un vero e proprio colpo di fulmine. Dato che il bimbo non corrisponde immediatamente questo sentimento poiché all’inizio per il neonato è essenziale solo la figura materna, l’innamoramento del padre va scemando e il papà avverte un senso di distacco fino a vedere il piccolo come un “estraneo”. Il sentimento di amore per il bebè andrà comunque via via rafforzandosi con il tempo e la complicità tra padre e figlio si cementerà grazie a momenti ed esperienze vissuti insieme. Per la mamma l’innamoramento nei confronti del figlio è istintuale, per il padre si basa invece su fattori cognitivi-comportamentali.
Come comportarsi
Dare da mangiare al bimbo, cambiarlo, coccolarlo, stare con lui: questo è ciò che dovrebbe fare il papà, anche se non si sente gratificato dal comportamento del piccolo. Deve accettare l’idea che le sensazioni di esclusione e di distacco appartengono ad una fase passeggera e del tutto naturale. Il tempo gioca a favore del papà: con il trascorrere dei mesi tra padre e figlio si istaura un rapporto di complicità e di simpatia reciproca.
  • Il papà non deve fare scenate di gelosia alla mamma, accusandola di non curarsi più di lui. La mamma dal canto suo deve coinvolgere il più possibile il partner nella cura del piccolo e sdrammatizzare il comportamento del papà “geloso”.
  • Il papà deve razionalizzare le sue sensazioni di esclusione accettando questa situazione e avendo fiducia nel piccolo, che saprà ricompensare con il tempo l’affetto del padre.
  • Inoltre è importante che mamma e papà imparino a distinguere i loro ruoli, sentendosi sì genitori ma anche complici partners. Dopo la nascita del bebè è opportuno quindi che i neogenitori si riapproprino della loro sfera intima.
Da sapere
Se la mamma non allatta al seno non è detto che per il padre sia più facile superare il senso di esclusione dovuto dal rapporto tra mamma e figlio. Anche se il papà si prende cura del bebè offrendogli il biberon ai pasti, il piccolo è comunque orientato istintivamente a guardare e a cercare la mamma. In questo modo il papà può sentirsi ancora più frustrato, perché non percepisce un riscontro affettivo da parte del bebè.
Cancro alla prostata: un nuovo test lo scopre nel sangue

Cancro alla prostata: un nuovo test lo scopre nel sangue

Per il cancro alla prostata, è in arrivo in tutta Europa un nuovo test, chiamato Stockolm3, per una diagnosi precisa e semplice. Dal 2016 è in uso in Svezia  »

Prostatite: nuova cura con le onde d’urto

Prostatite: nuova cura con le onde d’urto

Un uomo su sei è colpito da problemi alla prostata. E i casi di prostatite riguardano uomini sotto i cinquant’anni  »

Daddy makeover è l’ultima tendenza dei papà

Daddy makeover è l’ultima tendenza dei papà

Dopo il mommy makeover arriva dall’Inghilterra l’ultima tendenza per gli uomini: il daddy makeover. Ecco di che cosa si tratta  »

Tumore alla prostata: un aiuto dall’aspirina

Tumore alla prostata: un aiuto dall’aspirina

L'assunzione di acido acetilsalicilico, la comune aspirina, per un periodo prolungato di tempo protegge dal tumore alla prostata. Ecco perché  »

Sviluppo emotivo dei bambini: centrale il ruolo del papà

Sviluppo emotivo dei bambini: centrale il ruolo del papà

Coinvolgimento e fiducia nel proprio ruolo: sarebbero questi due gli aspetti su cui i papà dovrebbero puntare per un sano sviluppo emotivo dei bambini  »

Papà stressato?  Lo sviluppo dei figli ne risente

Papà stressato? Lo sviluppo dei figli ne risente

Non solo le madri sono importanti per determinare una corretta crescita mentale e cognitiva dei bambini sin dalla gravidanza. Anche se il papà è stressato, infatti, le conseguenze si fanno sentire  »

Tumore alla prostata: efficaci i farmaci anti-colesterolo

Tumore alla prostata: efficaci i farmaci anti-colesterolo

Contro il tumore alla prostata, funzionerebbero i farmaci nornalmente utilizzati contro il colesterolo. Ecco perché  »

Prova costume: insoddisfatto il 60% degli uomini

Prova costume: insoddisfatto il 60% degli uomini

Sempre meno certi della propria forma fisica, ricorrono a trattamenti estetici, prodotti di bellezza e sport per non deludere alla prova costume donne esigenti e sempre più sicure  »

Pancetta per il 50% degli uomini

Pancetta per il 50% degli uomini

Gli italiani in sovrappeso aumentano. Sempre più numerosi gli uomini con la pancetta, ma in Europa c’è chi ci batte. Preoccupano bambini e adolescenti   »

Depilazione laser anche per gli uomini

Depilazione laser anche per gli uomini

La depilazione laser o con luce pulsata dilaga anche tra i maschi: i peli non piacciono neppure a loro e sono disposti a ricorrere a tecniche di depilazione permanente  »

Tumore alla mammella: esiste anche nei maschi?

Tumore alla mammella: esiste anche nei maschi?

Anche se è molto raro, il tumore alla mammella colpisce anche gli uomini. Attenzione ai sintomi: spesso il maschio li sottovaluta. Ecco le regole di prevenzione   »

Prostata: sesso può ridurre il rischio di tumore

Prostata: sesso può ridurre il rischio di tumore

La possibilità di ammalarsi di tumore alla prostata è risultata inferiore di circa il venti per cento negli uomini che fanno sesso più di frequente. Ecco perché  »

Prostata: un esame del sangue predice aggressività del tumore

Prostata: un esame del sangue predice aggressività del tumore

Diagnosi sempre più precoci del tumore alla prostata aumentano la sopravvivenza. Ma ci sono ancora margini di miglioramento: allo studio nuovo test sul sangue  »

Congedo parentale a ore anche per i neopapà

Congedo parentale a ore anche per i neopapà

Il Jobs Act ha riconosciuto anche ai papà il congedo parentale su base oraria per potersi occupare del bebè  »

Chirurgia estetica maschile: è boom!

Chirurgia estetica maschile: è boom!

Cresce il numero degli uomini che chiede un ritocchino. La chirurgia estetica non è più un’esclusiva delle donne  »

Auguri papà!

Auguri papà!

Vip o meno, la giornata dedicata ai papà si festeggia oggi con piccoli gesti speciali  »

Festa del papà: sorpresa! Sono più permissivi delle mamme

Festa del papà: sorpresa! Sono più permissivi delle mamme

Il papà moderno non incarna più il ruolo severo e autoritario di una volta. E i bambini stravedono per lui! I risultati di un’indagine alla vigilia della sua festa  »

Tumore alla prostata: ora basta un microtaglio

Tumore alla prostata: ora basta un microtaglio

Tanti i vantaggi della nuova tecnica messa a punto all'ospedale San Raffaele di Milano per asportare il tumore alla prostata. Meno dolore e dimissioni più rapide   »

Depressione post partum anche per il papà

Depressione post partum anche per il papà

Incredibile ma vero: la depressione post partum in Italia colpisce circa il quattro per cento dei padri  »

Congedo obbligatorio ai papà: che cosa è cambiato

Congedo obbligatorio ai papà: che cosa è cambiato

Prolungare il congedo obbligatorio per i padri è tra gli obbiettivi del governo. Ma per il 2016 i giorni passano solo da uno a due   »

Morfina: agli uomini ne serve il 60% in più

Morfina: agli uomini ne serve il 60% in più

I maschi hanno bisogno di una dose maggiore di morfina per ottenere lo stesso sollievo dal dolore delle donne  »

Gravidanza: fra 10 anni toccherà anche agli uomini?

Gravidanza: fra 10 anni toccherà anche agli uomini?

Negli Stati Uniti sono state avviate le sperimentazioni di trapianto dell’utero per consentire la gravidanza anche agli uomini  »

Sindrome premestruale: colpisce anche gli uomini!

Sindrome premestruale: colpisce anche gli uomini!

La scienza conferma che esisterebbe anche una sindrome premestruale maschile con sintomi simili a quelli femminili  »

Tumori della prostata: svelata la mappa dei geni responsabili

Tumori della prostata: svelata la mappa dei geni responsabili

La mappa delle mutazioni genetiche coinvolte nei tumori alla prostata aiuterà a personalizzare le cure, salvando la vita a molti uomini  »

Asilo nido: coinvolgere anche il papà

Asilo nido: coinvolgere anche il papà

Anche i papà dovrebbero partecipare attivamente all’inserimento all’asilo nido. Ecco perché  »

Salute: i 9 sintomi che un uomo non dovrebbe ignorare

Salute: i 9 sintomi che un uomo non dovrebbe ignorare

Sono considerati importanti campanelli d'allarme, per i quali sarebbe necessario un controllo medico, ma molti uomini li sottovalutano  »

Incontinenza urinaria: quanto imbarazzo per gli uomini!

Incontinenza urinaria: quanto imbarazzo per gli uomini!

Anche il sesso maschile può essere soggetto all’incontinenza urinaria, ma per molti uomini l’argomento è tabù  »

Gravidanza: le emozioni del papà

Gravidanza: le emozioni del papà

Alcuni uomini si sentono dei papà fin dall’inizio dei nove mesi e altri lo diventano pian piano. Non tutti, infatti, vivono allo stesso modo la gravidanza  »

La gravidanza regala due chili anche ai papà

La gravidanza regala due chili anche ai papà

Questa notizia renderà felici molte future mamme: per la gravidanza anche i papà ingrassano! L’aumento ponderale paterno pare attestarsi in media sui due chili. Ecco perché  »

Tumore ai testicoli: l’importanza dell’autopalpazione anche da giovani

Tumore ai testicoli: l’importanza dell’autopalpazione anche da giovani

Cinque semplici mosse potrebbero aiutare gli uomini a riconoscere tempestivamente il tumore ai testicoli. Ecco quali   »

Danni del fumo: è allarme per lui

Danni del fumo: è allarme per lui

La scienza lo conferma: sono davvero numerosi i danni del fumo sulla salute sessuale maschile  »

In Italia cresce il fenomeno dei padri-nonni

In Italia cresce il fenomeno dei padri-nonni

Gli endocrinologi lanciano l’allarme: ci sono troppi padri che decidono di avere il primo figlio in età avanzata   »

I consigli per essere un bravo papà

I consigli per essere un bravo papà

La ricetta magica non esiste. Tuttavia, se si seguono alcune semplici regole, diventare un bravo papà è più facile. Ecco qualche dritta dagli esperti   »

I papà provano il “pancione”

I papà provano il “pancione”

In Gran Bretagna, è stata messa a punto una speciale tuta simula-gravidanza. Dedicata ai papà, promette di suscitare molto scalpore  »

Make up: agli uomini piace sempre di più

Make up: agli uomini piace sempre di più

Balsami per labbra, correttori e anche fondotinta. Il make up piace sempre di più agli uomini  »

Gravidanza: anche lui alle prese con gli “ormoni impazziti”?

Gravidanza: anche lui alle prese con gli “ormoni impazziti”?

La gravidanza potrebbe comportare dei cambiamenti fisici anche negli uomini. Ecco cosa significa diventare padre dal punto di vista ormonale  »

Come si riconosce un bravo papà?

Come si riconosce un bravo papà?

Un libro pubblicato di recente traccia l’identikit del bravo papà. La prima caratteristica che dovrebbe avere? La capacità di ammettere i propri limiti  »

È boom di depilazione totale tra gli uomini

È boom di depilazione totale tra gli uomini

Più attenti alla propria immagine, gli uomini ricorrono sempre più spesso anche a trattamenti tipicamente femminili   »

Diritti di maternità anche per il papà

Diritti di maternità anche per il papà

Oltre a un giorno di congedo obbligatorio e a due giorni facoltativi retribuiti, il papà lavoratore può usufruire del congedo parentale e, nel caso sostituisca la mamma, anche del congedo di paternità   »

Uomini: torna il mito del palestrato

Uomini: torna il mito del palestrato

Sempre più attenti al fisico. Tra gli uomini torna il mito del palestrato  »

Consigli per il papà: come instaurare un legame profondo con il bebè

Consigli per il papà: come instaurare un legame profondo con il bebè

Scopri alcuni utili consigli e strategie per il papà. D’altronde, nonostante l’istinto paterno, c’è sempre da imparare  »

Le abitudini del papà influenzano la salute del bebè

Le abitudini del papà influenzano la salute del bebè

Obesità, fumo di sigaretta, esposizione a sostanze tossiche e assunzione di alcuni medicinali da parte dei papà influenzano negativamente la salute dei figli    »

Ora metà dei clienti delle spa sono uomini

Ora metà dei clienti delle spa sono uomini

Sognano un corpo tonico: per questo ora ben la metà dei clienti delle spa sono uomini   »

Cancro alla prostata si previene con i pomodori

Cancro alla prostata si previene con i pomodori

Dieci porzioni di pomodori alla settimana significano protezione contro il cancro alla prostata  »

Gli uomini battono le donne nel seguire una dieta dimagrante

Gli uomini battono le donne nel seguire una dieta dimagrante

Le donne si mettono a dieta dimagrante molto più degli uomini, ma resistono meno perché sono più indulgenti con se stesse   »

Papà 2.0: come è bello occuparsi del bebè

Papà 2.0: come è bello occuparsi del bebè

Anche gli uomini si impegnano con i loro figli piccoli, soprattutto nel gioco e nello svago. Ma le mamme vorrebbero più aiuto con i pannolini e le faccende domestiche  »

Papà: intervista ad Angelo Pisani

Papà: intervista ad Angelo Pisani

Per festeggiare la festa del papà, abbiamo voluto sentire il parere di un genitore doc: Angelo Pisani, ex comico di Zelig e ora papà a tempo pieno  »

Pancetta addio: i consigli per lui

Pancetta addio: i consigli per lui

Per mandar giù la pancetta non sempre occorre “mettersi a dieta” per ridurre le calorie: basta un po’ di attenzione nelle scelte di tutti i giorni   »

Papà: i migliori sono quelli con i testicoli piccoli?

Papà: i migliori sono quelli con i testicoli piccoli?

Una nuova ricerca rivela che i papà con i testicoli piccoli si danno più da fare nella cura dei figli  »

Bambini più aggressivi e disubbidienti se il papà lavora troppo

Bambini più aggressivi e disubbidienti se il papà lavora troppo

Gli straordinari dei papà fanno male ai bambini, che come sostiene un nuovo studio, diventano più aggressivi e disubbidienti   »

Pagina 1 di 2
12