Clicky

Vita pratica

Seggiolini auto: in arrivo una nuova fibbia salva-bambini

Si chiama Nabi la nuova fibbia-allarme che, montata sui seggiolini, protegge i bebè dal rischio dimenticanze. Ecco in che modo

Purtroppo, nonostante il clamore suscitato da diversi fatti di cronaca, alcuni dei quali accaduti anche in Italia, quello dei bambini dimenticati in auto è ancora un problema diffuso e di difficile risoluzione. Per diminuire il rischio, molti hanno suggerito di creare dei seggiolini “speciali”, in grado di rilevare o meno la presenza del bebè e di dare l’allarme nel caso in cui la macchina venga chiusa quando c’è un piccolo a bordo. Ebbene, ora questa ipotesi sembra diventata realtà.

Come funziona il nuovo sistema di allarme

Allo scorso Ces (International Consumer electronics show), uno degli eventi più seguiti dagli appassionati di tecnologia, tenutosi a Las Vegas, infatti, è stata presentata un’innovativa fibbia salva-bebè per seggiolini. Si tratta di una fascia speciale dotata di un sensore capace di capire se il seggiolino è occupato o meno. Inoltre, contiene una tecnologia Bluetooth in miniatura, che permette di dialogare con un cellulare. In questo modo, in caso di emergenza, scatta un allarme che avverte i genitori. In pratica, se si lascia il piccolo in auto con le cinture del seggiolino allacciate, la fibbia manda un avvertimento al numero pre-impostato.

Analizza vari parametri

Ma come fa questo speciale apparecchio a capire se all’interno dei seggiolini dell’auto parcheggiata è presente o meno un bambino? È in grado di leggere vari parametri, come la temperatura all’interno dell’abitacolo, il movimento del bambino e la chiusura della fibbia, e sulla base di ciò trae le sue conclusioni.

In commercio da fine anno

La fascia, che è stata chiamata Nabi, è stata realizzata da Marcie Miller, ingegnere della Intel. Al momento non è ancora in commercio, ma dovrebbe esserlo entro la fine dell’anno, con un prezzo assolutamente abbordabile (circa 50 dollari). In realtà, non è il primo dispositivo di questo genere. Tuttavia, si differenzia dagli altri ritrovati tecnologici simili già in commercio perché è molto più semplice da utilizzare.

 

 

 
 
 

In breve

UN CONSIGLIO PRATICO

In attesa che la tecnologia aiuti a contenere le drammatiche conseguenze di dimenticanze e distrazioni dei genitori, può essere utile posizionare i seggiolini in modo che siano ben visibili dallo specchietto retrovisore. In questo modo, mente si parcheggia e si scende dall’auto è più probabile che l’occhio “cada” sui sedili posteriori, ricordando al guidatore la presenza del piccolo passeggero.

 

Silhouette Donna

Lascia un commento