Chili di troppo dopo il parto? Gravidanza assolta

I chili di troppo dopo il parto non sono da imputarsi ai nove mesi dell’attesa, bensì allo stile di vita… da modificare

Dopo la gravidanza non riesci a perdere i chili di troppo e continui a ingrassare? La causa non è da ricercare nell’aumento di peso dei nove mesi.  Questo il risultato che emerge da uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Women’s Health Issues da un team di ricercatrici statunitensi diretto da Olga Yakusheva, della University of Michigan School of Nursing di Ann Arbor.

L’età è la prima causa

Le autrici della ricerca hanno confrontato l’aumento di peso che si verifica nel lungo termine nelle donne che hanno partorito e in quelle senza figli. Per farlo, hanno esaminato i dati di 32.187 madri, che avevano avuto due figli tra il 2006 e il 2013. Al termine dell’analisi, hanno osservato che la maggior parte delle partecipanti non era riuscita a tornare al peso di prima della gravidanza. Ma hanno anche rilevato che a distanza di 1-2 anni dal parto, il peso delle mamme era quasi identico a quello che avrebbero avuto se non avessero avuto figli. In base ai risultati della ricerca, le donne che avevano o non avevano avuto figli accumulavano circa un chilo (9 etti) all’anno a causa dell’età.

Cattive abitudini

Secondo Olga Yakusheva, le madri tendono a mettere le esigenze dei loro figli prima delle loro, per cui sono meno inclini a praticare attività fisica o a prendersi cura di sé. Sul problema dei chili di troppo possono influire anche alcune abitudini sbagliate, come finire il cibo lasciato dai figli nel piatto o trascorrere più tempo sedute con i bambini a leggere o a guardare la tv. La differenza con le donne che non hanno avuto figli è emessa quando i bambini hanno compiuto i 2 anni: da quel momento le madri tendevano a ingrassare di un ulteriore mezzo chilo all’anno. Così, a distanza di 5 anni dal parto, finivano per pesare circa 7 chili in più rispetto a prima di restare incinte.

Serve uno stile di vita più sano

I chili di troppo, quindi, non sono dovuti alla gravidanza, ma alle abitudini errate che si acquisiscono quando si diventa genitori: la tendenza  a condurre una vita più sedentaria e a prendersi meno cura di se stesse. Molte donne, infatti, intensificano l’esercizio fisico e si mettono a dieta per un breve periodo di tempo dopo il parto, spinte dal desiderio di tornare al peso pre-gravidanza, ma spesso vengono scoraggiate dall’assenza di risultati. Invece, è meglio adottare un approccio olistico incentrato su uno stile di vita sano nel lungo periodo: prima, durante e dopo la gravidanza.

 

 

 
 
 

In breve

NON SENTIRSI IN COLPA, MA NEMMENO AUTO-ASSOLVERSI

Se non riescono a tornare al peso precedente la gravidanza, le donne non devono sentirsi in colpa, a patto però di non ingrassare troppo!