Aiuto sono incinta… Adesso cosa mangio?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 31/01/2014 Aggiornato il 31/01/2014

  Autore: Carla Bigi Editore: Meraviglia Ed. Prezzo: 20 euro Insegna a mangiare bene in gravidanza, fondamentale per la donna e il feto. Diviso in tre capitoli, uno per ogni trimestre della gestazione, offre consigli preziosi, menu e ricette. Da seguire anche da neomamma! Ti potrebbe interessare anche:Yo KItMa che musica... in dolce attesa!Smagliature Crema pelli sensibiliLichtena DermatitiLe Purezze Salvaminuti

Aiuto sono incinta... Adesso cosa mangio?

 

Autore: Carla Bigi
Editore: Meraviglia Ed.
Prezzo: 20 euro

Insegna a mangiare bene in gravidanza, fondamentale per la donna e il feto. Diviso in tre capitoli, uno per ogni trimestre della gestazione, offre consigli preziosi, menu e ricette. Da seguire anche da neomamma!

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti