Bruno Mozzanega

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Pillola dei 5 giorni dopo e dubbi di coscienza

Se si è all'oscuro del meccanismo d'azione di un farmaco, quando lo si scopre non è ragionevole sentirsi in colpa per averlo assunto.  »

Pillola dei giorni dopo: come funziona?

Il meccanismo d'azione del contraccettivo d'emergenza è da anni oggetto di discussione e non di rado polemiche. Solo su un punto c'è pieno accordo: va impiegato solo occasionalmente e non può certo sostituire la tradizionale pillola.   »

Stato di agitazione: può provocare l’aborto?

Se una crisi d'ansia non è riconducibile a un problema organico, il rischio di interruzione spontanea di gravidanza non si pone.  »

Le beta-hCG non raddoppiano: c’è da preoccuparsi?

Quello che conta è che i livelli dell'ormone gonadotropina corionica umana aumentino giorno dopo giorno.   »

Quando sono rimasta incinta?

L'ecografia consente una datazione piuttosto precisa della gravidanza, tuttavia indicare con esattezza la data in cui è avvenuto il concepimento, scegliendo tra giorni molto vicini è praticamente impossibile.   »

In che giorno ho concepito?

Non si può escludere che il concepimento possa avvenire in una data diversa da quella presunta, ricavata attraverso calcoli teorici.  »

Ho 49 anni: posso essere incinta?

Con l'avvicinarsi della menopausa le probabilità di concepire si riducono notevolmente e, com'è ovvio, si azzerano (come del resto avviene nelle donne giovani) nel caso in cui i rapporti sessuali non si affrontino nel periodo fertile.   »

Effettuare o no il raschiamento?

Prima di effettuare un raschiamento, in caso di presunta interruzione spontanea della gravidanza, è opportuno effettuare controlli volti ad accertare con sicurezza che si sia verificato un aborto.   »

Incinta dopo un aborto spontaneo: è possibile?

Anche nel mese successivo a un'interruzione spontanea di gravidanza è possibile concepire nuovamente.   »

Sul valore dell’ormone antimulleriano

Il valore dell'AMH esprime il numero di follicoli rimasti nelle ovaie: alla fine dell'età fertile risulta basso, come è normale sia.   »

Pagina 1 di 5