Lorenzo Marsili

Giornalista e redattore, collabora da oltre un decennio con il giornale della sua città, Novara.

lorenzo marsiliMilanese per amore, studio e lavoro è laureato in Comunicazione con una tesi in Editoria multimediale. È stato redattore e coordinatore di redazione per diverse case editrici e service editoriali, occupandosi principalmente di scolastica, ma non disdegnando progetti differenti: dalla narrativa per bambini alle riviste di viaggio, dai siti internet alla comunicazione aziendale. Co-autore di alcuni interessanti libri storico-divulgativi editi tra il 2016 e il 2018 da WhiteStar, adora viaggiare e leggere. È appassionato di pubblicità (quella fatta bene), videogames, sport (guardarlo e scriverne) e locandine pubblicitarie e cinematografiche. La sua vera passione resta però la cucina. Qualche chilo di troppo sembrerebbe dire “per mangiare”, il cuore è conscio del fatto che nulla lo appaga come cucinare e sperimentare per chi ama… Collabora con bimbisaniebelli.it da febbraio 2017.

Articoli di Lorenzo Marsili
Seggiolini auto bambini: la nuova normativa, quali scegliere e fino a che altezza

Seggiolini auto bambini: la nuova normativa, quali scegliere e fino a che altezza

Obbligatorio per legge, con la nuova normativa europea di omologazione, la UN ECE R129, il seggiolino per auto deve essere scelto in base all’altezza del bambino.  »

Test del DNA fetale: cos’è e quando farlo

Test del DNA fetale: cos’è e quando farlo

Scopriamo insieme che cos'è il test del DNA fetale, per chi è indicato, perché e quando farlo. Con le conseguenze che può comportare alla coppia  »

Come spiegare la primavera ai bambini

Come spiegare la primavera ai bambini

Scopriamo come spiegare ai bambini che cos’è la primavera, perché si parla di equinozio e perché arriva il 21 marzo.  »

L’anno bisestile spiegato ai bambini

L’anno bisestile spiegato ai bambini

Scopriamo come far capire ai bambini che cos’è un anno bisestile, a che cosa serve e come mai ogni quattro anni febbraio ha 29 giorni.   »

Giorno della Memoria: come spiegarlo ai bambini

Giorno della Memoria: come spiegarlo ai bambini

Ricorrenza internazionale estremamente importante e da valorizzare, il Giorno della Memoria è importante anche per la crescita dei bambini. Vediamo come spiegarlo in base all'età: metodi e parole più adatte.  »

I giorni della merla spiegati ai bambini: la leggenda e la filastrocca

I giorni della merla spiegati ai bambini: la leggenda e la filastrocca

Spiegare i giorni della merla ai bambini: scopriamo la leggenda, la filastrocca e come raccontarle al meglio con alcuni trucchi e consigli  »

Routine del risveglio: come impostarla nel modo giusto

Routine del risveglio: come impostarla nel modo giusto

La creazione di una routine del risveglio per i bambini è un investimento sul loro benessere. Con pazienza e coerenza, i genitori possono contribuire a instillare abitudini positive che li accompagneranno nella crescita, vediamo come  »

Com’è andata a scuola?Idee e consigli per farsi raccontare la giornata dai propri figli

Com’è andata a scuola?Idee e consigli per farsi raccontare la giornata dai propri figli

Pazienza, attenzione, condivisione e rispetto. Sono queste le basi per un dialogo costruttivo con i propri figli e le basi da cui partire. Esistono, però, dei trucchi e consigli per riuscire a renderci partecipi delle loro giornate. Vediamoli insieme  »

Come insegnare le divisioni ai bambini: metodi, attività, giochi e trucchi

Come insegnare le divisioni ai bambini: metodi, attività, giochi e trucchi

Insegnare le divisioni ai bambini in modo semplice è possibile e può essere anche molto divertente. Scopriamo alcuni trucchi, attività e giochi per imparare a conoscere dividendo, divisore, quoziente e resto.  »

Mononucleosi nei bambini: contagio, sintomi e cura

Mononucleosi nei bambini: contagio, sintomi e cura

La mononucleosi o anche detta malattia del bacio, è una patologia infettiva che si trasmette con la saliva che, in alcuni casi, può anche arrivare ad avere conseguenze gravi. Ecco come riconoscerla e curarla nei bambini.  »

Pagina 1 di 27
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti