Il bimbo fa i capricci? Attenzione al peso

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 12/10/2016 Aggiornato il 12/10/2016

Se il bimbo è in sovrappeso, la colpa potrebbe essere dei capricci. Infatti, i bimbi “difficili” troverebbero conforto e consolazione nel cibo

Il bimbo fa i capricci? Attenzione al peso

È una fase che prima o poi tutti i genitori devono affrontare. Anche i bimbi più docili, obbedienti e tranquilli, infatti, non riescono a resistere ai capricci. Dire no a ogni richiesta di mamma e papà, rifiutarsi di fare ciò che chiedono gli adulti, rendere la vita impossibile agli altri sembra far parte del “Dna” di ogni bimbo. È innegabile però che alcuni siano più capricciosi di altri. In questo caso, è bene fare estrema attenzione: sembra, infatti, che i bambini particolarmente “difficili” abbiano maggiori probabilità degli altri di aumentare di peso. Questa perlomeno è la conclusione cui è giunto un recente studio condotto da un team di ricercatori statunitensi, della Buffalo University, e pubblicato sulla rivista Childhood Obesity.

 Esaminati oltre 100 bimbi

La ricerca ha coinvolto 105 bambini fra i 9 e i 18 mesi. Gli autori li hanno coinvolti in un facile esperimento per capire in che modo facessero i capricci. In pratica, hanno spiegato loro che semplicemente premendo un pulsante avrebbero potuto ottenere una ricompensa. I premi a disposizione erano di tre tipi: una porzione del loro cibo preferito, bolle di sapone o giochi musicali. Poi hanno chiesto ai genitori di compilare un questionario formato da quasi 200 domande, per raccogliere il maggior numero possibile di informazioni sul temperamento e le attitudini dei piccoli. Combinando i risultati del test con le risposte fornite da mamma e papà, gli studiosi hanno raggiunto conclusioni interessanti.

I capricci fanno mangiare di più

Dall’analisi dei risultati, infatti, è emerso che non tutti i capricci erano uguali. In particolare, si è visto che i bambini particolarmente nervosi, che quando fanno i capricci si agitano molto e non si calmano facilmente, durante l’esperimento si impegnavano soprattutto per ricevere una ricompensa di cibo. I bimbi più coccoloni e dal carattere docile, invece, preferivano avere altri premi.

Cambiare le cose si può

Gli autori hanno concluso che i bambini “capricciosi” trovano una sorta di consolazione nel cibo, per cui i capricci potrebbero in qualche modo influire sul peso corporeo. Hanno però invitato i genitori a non preoccuparsi: se i figli trovano conforto nel cibo, si può intervenire per evitare conseguenze negative. In che modo? Proponendo attività alternative, come giochi e attività da fare insieme.

 

 

 
 
 

In breve

UN CONSIGLIO PER I GENITORI

Per contenere i capricci, mamma e papà devono essere autorevoli, ma non autoritari. Questo significa che devono imparare a farsi rispettare senza ricorrere a schiaffoni o sculacciate, ma adottando un atteggiamento fermo.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti