I primi 1.000 giorni di vita decidono il futuro del bambino

Silvia Finazzi A cura di Silvia Finazzi Pubblicato il 16/08/2021 Aggiornato il 16/08/2021

Le influenze ambientali, cui è sottoposto il bambino fin dal concepimento, in un certo senso plasmano il suo Dna. Ecco il ruolo dei primi 1.000 giorni di vita

I primi 1.000 giorni di vita decidono il futuro del bambino

C’è una ragione se si consiglia ai futuri genitori di prestare attenzione al proprio stile di vita fin dal momento in cui concepiscono un bambino (anzi, sarebbe meglio ancora prima). Infatti, i loro comportamenti e, in generale, tutte le influenze ambientali, in un certo senso hanno il potere di “plasmare” il Dna del figlio. I primi 1.000 giorni di vita, dunque, gettano le basi dell’intera vita e della salute futura. La conferma arriva dagli esperti riuniti in occasione del 76esimo congresso della Società italiana di pediatria (Sip).

L’importanza dello stile di vita di mamma e papà

Nel momento in cui una coppia decide di avere un bebè dovrebbe iniziare ad adottare comportamenti sani. L’ideale sarebbe iniziare dai sei mesi prima del concepimento e proseguire. Che cosa significa nella pratica? Per esempio, che se fuma si dovrebbe smettere e anche rinunciare all’alcol, seguire una dieta equilibrata e salutare, praticare attività fisica e ridurre ogni fonte di stress. A differenza di quanto pensano molti, poi, non è solo la futura mamma a dover prestare attenzione. Anche il papà ha un ruolo fondamentale: i suoi comportamenti, infatti, impattano sulla qualità e quantità degli spermatozoi.

Il Dna del bambino può essere “modulato”

Le ricerche hanno ormai dimostrato che il patrimonio genetico del bambino, in qualche modo, può essere “influenzato” dagli stimoli ambientali cui il piccolo viene esposto nei primi 1.000 giorni di vita, a partire dal concepimento,  anzi a partire dai sei mesi antecedenti.  “È stato dimostrato che si può modulare il patrimonio genetico dell’individuo e che agire sul bambino soprattutto nei primi 1.000 giorni di vita (ossia durante i mesi in cui è in utero e nei primi due anni dalla nascita) significa agire sull’uomo e sul futuro, è un investimento sulle cure del futuro” ha spiegato Alberto Villani, presidente della Sip.

 

 

 

 
 
 

Lo sapevi che?

La branca delle genetica che si occupa dello studio di tutte le modificazioni ereditabili che portano a variazioni dell’espressione genica prende il nome di epigenetica. L’epigenetica è fondamentale nei primi 1.000 giorni di vita, ma non solo.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di tre anni che dà testate e pizzicotti quando è contento

15/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Ci sono gesti che compie il bambino che è opportuno impedire: per farlo occorrono toni e atteggiamenti di affettuosa determinazione.   »

Lo zucchero è vietato in assoluto ai bambini?

14/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Alimenti e bevande contenenti lo zucchero che si usa normalmente in cucina a scopo dolcificante non sono vietati in assoluto, ma non è certo opportuno concederli ogni giorno. In un'ottica di dieta sana devono essere introdotti solo occasionalmente (e questo vale anche per gli adulti).   »

Ansia e attacchi di panico in gravidanza e lo psichiatra (incomprensibilmente) sospende i farmaci

12/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è comprensibile la ragione per la quale una donna che soffre di un disturbo ansioso con attacchi di panico dovrebbe sospendere i farmaci per il solo fatto di essere incinta, tanto più che medicinali che controllano i sintomi e sono compatibili con la gravidanza ci sono.  »

Fai la tua domanda agli specialisti