Stanza del sale? Provala se il bimbo ha problemi respiratori

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 09/06/2014 Aggiornato il 09/06/2014

La stanza del sale svolge un’azione molto efficace nei confronti dei problemi respiratori dei bambini. Ecco tutti i vantaggi

Stanza del sale? Provala se il bimbo ha problemi respiratori

Indipendentemente dalla stagione, il bambino soffre spesso di raffreddore e tosse? Potrebbe essere utile la stanza del sale, così da risolvere in maniera efficace i problemi respiratori dei più piccoli. Secondo un recente studio, infatti, si tratta di un rimedio molto utile in questi casi.

Tra grotta e aerosol

La stanza del sale unisce i benefici della grotta di sale a quelli di una speciale apparecchiatura, simile a un aerosol. In pratica, il trattamento, detto anche haloterapia, consiste nel soggiornare in una stanza rivestita interamente (su pavimento, soffitto e pareti) di clorulo di sodio, al cui interno è sistemato un dispositivo medico che nebulizza le particelle di sale alla stessa maniera di un aerosol. In questo modo, la persona può respirare piccolissime particelle di sale e iodio di dimensioni ideali per raggiungere tutte le vie respiratorie.

I risultati di uno studio italiano

La ricerca sulla stanza del sale è stata condotta da un team di ricercatori dell’università di Bari e pubblicata dall’International Journal Pediatric Otorhinolaryngology. In pratica, gli autori hanno studiato un gruppo di bambini che soffrivano spesso di problemi respiratori, come raffreddore, ma anche ipertrofia di adenoidi e tonsille. Lo scopo era valutare l’efficacia dell’haloterapia in questi casi.

Fluidifica il muco

Ebbene, dall’analisi dei risultati è emerso che in sole due settimane di utilizzo della camera del sale i bambini con problemi respiratori hanno potuto beneficiare di importanti miglioramenti, specialmente della funzione uditiva. Questa terapia, infatti, fluidifica il muco, facilitandone l’espettorazione. Ciò si riflette positivamente sull’intensità e la durata dei sintomi, sul sonno e sulle recidive. 

In breve

DISTURBI COMUNI NEI BIMBI

I disturbi respiratori sono molto comuni in età pediatrica, anche a causa dell’incompleta maturità del sistema immunitario. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccinazione in bimba di 5 anni: ci sono pericoli se la mamma è incinta?

04/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Durante la gravidanza non ci sono rischi se si sottopone il primogenito alla vaccinazione contro difterite-tetano-pertosse-poliomielite.  »

A 9 mesi legumi sì o no?

03/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Chiara Boscaro

I legumi possono essere introdotti nell'alimentazione del bambino a partire dal sesto mese di vita, a patto che siano decorticati.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Fai la tua domanda agli specialisti