Vaccinazioni tra i 12 e i 18 mesi

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 13/01/2015 Aggiornato il 25/11/2019

Quali sono le vaccinazioni da fare al piccolo intorno al primo anno di età? Scopriamo insieme quali sono le obbligatorie e le raccomandate

Nessun legame tra vaccini e autismo: lo conferma un nuovo studio

Intorno al compimento dell’anno viene somministrata al bambino la terza dose del “ciclo primario” delle vaccinazioni, che comprende:

  • per le obbligatorie: anti-poliomielite, anti-difterica, anti-tetanica e anti-epatite B;
  • per le raccomandate: anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae di tipo B, antimeningococco e antipneumococco.

Dopo il primo anno è consigliato il vaccino trivalente contro morbillo, parotite e rosolia, che contiene i corrispondenti virus vivi attenuati. Il vaccino contro il morbillo, in particolare, è il più attivo e può dar luogo a una forma lieve di infezione, caratterizzata dall’eventuale comparsa, dopo7-14 giorni dall’iniezione, di un’eruzione cutanea, senza richiedere cure specifiche. Ai bambini più a rischio, ossia quelli nati prematuri o con particolari problemi di salute, sono indicati anche i vaccini contro due cause importanti di meningite, lo pneumococco e il meningococco. Essi possono essere somministrati (dopo l’anno di vita in una sola dose) anche nella stessa seduta dell’anti-morbillo-parotite-rosolia.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Lieve perdita di sangue a inizio gravidanza

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La gravidanza è un processo in divenire: almeno nelle prime settimane non si dovrebbero trarre conclusioni su come si sta evolvendo, semplicemente in base a una piccola perdita di sangue.   »

Streptococco: dubbi e chiarimenti

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Aldo Messina

Le infezioni da streptococco fanno ancora oggi molta paura, per via delle conseguenze (non automatiche!) che potrebbero determinare. In realtà, oggi questo batterio non fa più (tanta) paura.  »

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Fai la tua domanda agli specialisti