Vista: importante la prevenzione fin da bambini

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 13/06/2013 Aggiornato il 13/06/2013

Sono pochi i bambini che vengono sottoposti al controllo della vista. Invece, è importante intervenire già dall’infanzia

Vista: importante la prevenzione fin da bambini

 

Dall’iniziativa “La prevenzione prima di tutto” promossa dalla Commissione difesa vista (Cdv), in collaborazione con Soi (Società oftalmologica italiana) Vision+Onlus e la Coalizione degli ottici, per sensibilizzare mamme e papà sul bene vista,  è emerso che il 60% dei bambini non ha mai fatto una visita oculistica. Un dato decisamente allarmante.

Molti test

All’iniziativa hanno partecipato 4 oculisti, 6 ortottisti e 13 ottici che hanno visitato gratuitamente 650 bambini e ragazzi, tra i 18 mesi e i 16 anni e oltre 450 adulti che hanno effettuato la misurazione della vista. Per un totale di circa 1.100 test.

Dati allarmanti

Da queste valutazioni è emerso che ben il 60% dei bambini non aveva mai fatto una visita oculistica e/o ortottica, e in circa il 26% di quelli sottoposti ai controlli è emerso un problema.

Importante la prevenzione

Sembrerebbe che la cultura della prevenzione stenta ancora a diffondersi. “È necessario –  ha sottolineato Matteo Piovella, presidente Soi – ribadire l’importanza della visita oculistica per difendere la nostra vista e in particolar modo quella dei nostri bambini”.

In breve

ATTENZIONE A QUESTI SEGNALI

– Incapacità dopo il sesto mese di vita di seguire con lo sguardo un oggetto o un punto luminoso; spesso, in questo caso, gli occhi restano fissi e il bimbo gira la testa per mantenere la fissazione su qualcosa che si muove.

– Presenza di scosse dei bulbi oculari a riposo o durante il movimento in particolari direzioni.

 

– Assenza di movimenti coordinati dei due occhi: uno dei due bulbi oculari, per esempio, quando il bambino guarda in una direzione, devia verso il lato opposto.

 

– Mancata percezione di ostacoli in uno o più settori del campo visivo: quando cammina il bambino urta gli spigoli o inciampa.

 

– Disinteresse per l’ambiente, associato a una scarsa attività esplorativa del bambino e alla tendenza all’isolamento.

 

– Segnalazione da parte di educatori o insegnanti di atteggiamenti insoliti del piccolo: per esmepio, scarsa partecipazione e attenzione o difficoltà di apprendimento.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutto è ok, ma la gravidanza non si annuncia

21/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Le ragioni per le quali una donna fatica a rimanere incinta sono numerose: l'età matura è una delle principali.   »

La mia gravidanza si è interrotta subito: quando riprovarci?

16/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

Si può cercare un bimbo immediatamente dopo un aborto spontaneo, avvenuto nelle primissime settimane di gravidanza.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti