Adolescenti maltrattate? A rischio di diventare una baby mamma

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 23/04/2013 Aggiornato il 23/04/2013

Secondo un nuovo studio americano, chi ha subito maltrattamenti in famiglia o abusi, ha il 20% in più di probabilità di diventare una baby mamma

Adolescenti maltrattate? A rischio di diventare una baby mamma

Dietro una baby mamma, potrebbero esserci maltrattamenti e abusi. È questo il risultato di un nuovo studio del Cincinnati Children’s Hospital Medical Center pubblicato sulla rivista Pediatrics. Gli esperti hanno visto che le adolescenti vittime di violenza o gravi maltrattamenti hanno il 20% in più di probabilità di mettere al mondo un bimbo da baby mamma, quindi prima dei 18 anni.

Comportamenti sessuali a rischio

Dopo abusi e maltrattamenti, è più facile diventare una baby mamma perché, come spiega Jennie Noll, responsabile dello studio “le adolescenti che hanno subito un abuso possono promuovere comportamenti sessuali e approcci al sesso pericolosi derivanti dal trauma”.  Se si aggiunge il fatto che si è abbassata l’età del primo rapporto sessuale, il pericolo diventa sempre più marcato.

Mancanza di una rete sociale

In più, anche il contesto sociale, se negativo, aggrava la situazione. Si è visto infatti che “abbandono e trascuratezza da parte delle famiglie e degli operatori sociali”, illustra sempre Noll, “influiscono notevolmente sullo sviluppo sano e normale delle giovanissime, aumentando il rischio dei parti in età precoce per le adolescenti maltrattate”.

In breve

SESSO SENZA PROTEZIONI

Secondo uno studio italiano condotto dalla Sigo, Società italiana di ginecologia e ostetricia, le adolescenti del nostro Paese sono del tutto impreparate riguardo la contraccezione. Dopo ogni rapporto sessuale una su due (47%) teme una gravidanza indesiderata e un terzo delle adolescenti ignora completamente i metodi contraccettivi.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbio dopo l’ecografia: il bimbo potrebbe essere basso di statura?

15/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elsa Viora

I fattori che determinano la crescita durante la vita intrauterina sono diversi da quelli che la influenzano dopo la nascita: un bambino che viene alla luce di due chili potrebbe, da adulto, tranquillamente arrivare ai 190 centimetri di statura, un neonato di 4 chili potrebbe non superare i 170 centimetri....  »

Lievissime perdite di sangue a inizio gravidanza: c’è da spaventarsi?

12/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un lieve sanguinamento nel primo periodo della gravidanza può non essere significativo e questo vale soprattutto se l'ecografia accerta la presenza, in normale evoluzione, della camera gestazionale e dell'embrione.  »

Psicofarmaci in gravidanza: è giusto sospenderli?

05/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

L'impiego degli SSRI è compatibile con lo stato di gravidanza e non espone a particolari rischi, mentre può essere pericoloso sospenderli o anche solo diminuirne il dosaggio rispetto a quello necessario per controllare il disturbo dell'umore.   »

Piccolissimo con diagnosi di reflusso: che fare?

31/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

Non bisogna immediatamente giungere alla conclusione che il rigurgito del latte dopo le poppate, frequentissimo nei primissimi mesi di vita, sia segno di una patologia. Molto più spesso è solo l'espressione di un'immaturità dei meccanismi che impediscono ai liquidi di risalire dallo stomano all'esofago,...  »

Gravidanza che sta durando più di 40 settimane: perché?

29/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Una durata della gravidanza compresa tra le 38 e le 42 settimane rientra nella normalità. A influenzare la lunghezza della gravidanza è anche la familiarità.  »

Fai la tua domanda agli specialisti