Adolescenti più precoci? No, oggi maturano più lentamente

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 30/10/2017 Aggiornato il 30/10/2017

Gli adolescenti di oggi inizierebbero ad adottare abitudini da adulti più tardi rispetto ai loro coetanei del passato. Ecco perché maturano con lentezza

Adolescenti più precoci? No, oggi maturano più lentamente

Un luogo comune molto diffuso vuole che oggi gli adolescenti siano molto più svegli e precoci rispetto a un tempo. Quante volte si dice per esempio che iniziano a fumare o bere alcolici prima dei loro coetanei del passato o che si approcciano molto presto al sesso? In realtà, secondo un recente studio, si tratta solo di luoghi comuni, appunto. Infatti, sembra che i ragazzi “moderni” maturino più lentamente rispetto a quanto accadeva un tempo.

Un ampio studio su oltre 8 milioni di ragazzi

Lo studio che ha scoperto la “lentezza” degli adolescenti odierni è stato condotto da un’equipe di ricercatori statunitensi, della San Diego State University e del Bryn Mawr College, ed è stato pubblicato sulla rivista Child Development. Gli autori hanno esaminato i risultati di sette grandi indagini, che complessivamente hanno coinvolto oltre 8 milioni di ragazzi, di età compresa fra i 13 e i 19 anni, e che sono state condotte fra il 1976 e il 2016.  In particolare, hanno analizzato i dati relativi alla frequenza con cui gli adolescenti praticavano attività e abitudini tipiche dell’età adulta, come viaggiare senza genitori, lavorare ricevendo una retribuzione, guidare, fare sesso. Gli studiosi hanno utilizzato tutte le informazioni in loro possesso per fare un confronto fra gli adolescenti degli anni 2010 e quelli degli anni 2000, 1990, 1980 e 1970, cercando di capire le eventuali differenze nel processo di maturazione.

Un gap di tre anni

Questa ampia analisi ha permesso di scoprire che, a differenza di quanto troppo spesso si pensa, i ragazzi di oggi maturano molto più lentamente di quelli di un tempo. “La traiettoria di sviluppo dell’adolescenza ha rallentato e i ragazzi di oggi crescono più lentamente rispetto al passato. In termini di attività adulte, in pratica, i 18enni di oggi sembrano i 15enni di una volta” hanno spiegato gli autori.

Non è un bene né un male

Ma per quali ragioni c’è questo gap? È probabile che un peso importante sia stato esercitato dai cambiamenti accorsi in questi ultimi anni in diverse dimensioni, come il tipo di società, l’economia, l’educazione ricevuta, la dimensione della famiglia, la speranza di vita. Qualunque siano le motivazioni, comunque, secondo gli esperti fra i ragazzi di oggi e quelli del passato c’è una differenza di circa tre anni: i primi cioè maturano circa 36 mesi in ritardo rispetto ai secondi. Questa tendenza alla procrastinazione riguarda tanto le attività piacevoli quanto quelle più di responsabilità e non è né positiva né negativa, semplicemente è lo specchio del mondo attuale.

 

 
 

In breve

UNA CONFERMA

In effetti, altre analisi avevano messo in luce che molti adolescenti di oggi maturano molto gradualmente, tanto da continuare ad avere comportamenti un po’ infantili e sicuramente poco responsabili per diversi anni dopo la pubertà.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Menarca in bimba di 9 anni: crescerà ancora?

17/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non è così automatico che l'arrivo della prima mestruazione segni la fine della crescita in altezza.   »

Anticorpi: con che quantità si può rinviare la seconda o la terza dose?

17/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Fabrizio Pregliasco

A oggi non è ancora stato stabilito quale valore relativo agli anticorpi assicuri una copertura tale da consentire di rimandare (o, peggio, evitare) la vaccinazione.   »

Bimbo difficile, mamma esasperata

11/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Può essere davvero emotivamente insostenibile gestire un bambino che urla e piange ogni volta che ci si allontana. Ma la soluzione ci può essere.   »

Fai la tua domanda agli specialisti