Lingua biforcuta, tanti rischi

Alberta Mascherpa
A cura di Alberta Mascherpa
Pubblicato il 01/10/2018 Aggiornato il 01/10/2018

Attenzione alle nuove mode: quella della lingua biforcuta è molto pericolosa. Ecco perché

Lingua biforcuta, tanti rischi

Le mode vanno e vengono. Ma quelle che circolano tra i giovani spesso sono estreme e decisamente pericolose. L’ultimo caso è significativo: si tratta della tongue splitting detta anche tongue forking e, in italiano, lingua biforcuta. Per arrivare al risultato di una lingua divisa in due parti, biforcuta appunto, occorre il chirurgo ma in alcuni casi l’intervento viene eseguito da chi pratica tatuaggi e piercing. I rischi comunque quando si decide di avere la lingua biforcuta ci sono e non sono pochi.

Emorragie, infezioni e altri danni

L’allarme arriva dalla Gran Bretagna con una dichiarazione congiunta emessa dalla Facoltà di chirurgia dentale, dal Royal College di Chirurgia e dall’Associazione britannica di chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica (Bapras). I pericoli più rilevanti, secondo quanto dichiarano i medici, riguardano possibili emorragie, infezioni, danni neurologici e problemi futuri di respirazione e deglutizione. Da aggiungere a questi danni  – già di non poco conto – ci sono anche le possibili fenditure ai denti e le eventuali ferite dolorose alle gengive. Il presidente della Bapras, David Ward, è arrivato a dichiarare che nessun chirurgo rispettabile dovrebbe effettuare un’operazione che comporta così alti rischi, sia al momento della procedura, sia a lungo termine.

Nata negli Usa, ma dichiarata illegale

Dopo il primo caso di divisione della lingua registrato nel 1996 da parte di un body piercer statunitense, Dustin Allor, che aveva provato la pratica su di sé, la moda della lingua biforcuta ha continuato a diffondersi, sia pur solo tra un gruppo ristretto di persone che interpretano il gesto del taglio come un modo per distinguersi dalla massa e per assomigliare a soggetti soprannaturali. Una recente sentenza della Corte d’Appello ha dichiarato illegale in Inghilterra e in Galles la pratica della divisione della lingua, ma rimangono comunque molte incertezze dal momento che non esiste una legge che regolamenti e vieti in maniera diretta l’operazione. Il pericolo poi è che, come succede per molti altri interventi di chirurgia estetica, cresca un mondo parallelo di operazioni fatte da persone non autorizzate, in locali non sterili e con strumenti che possono non essere adatti e quindi pericolosi.

 

 

 

 
 
 

Da sapere!

Chiunque chieda un intervento di chirurgia dovrebbe sempre essere sottoposto a un attento esame preparatoria da parte del chirurgo che comprenda anche una valutazione psicologica.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

Dubbi sulle date delle vaccinazioni

Le date che vengono indicate per vaccinare i bambini sono approvate dalla Comunità scientifica pediatrica, quindi non di deve temere di rispettarle.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti