Alcol e adolescenti: allarme per un nuovo gioco su Facebook

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 02/04/2014 Aggiornato il 02/04/2014

In Francia, su Facebook, sta spopolando un nuovo gioco che istiga gli adolescenti a fare uso di alcol. Ecco in che cosa consiste 

Alcol e adolescenti: allarme per un nuovo gioco su Facebook

Ora anche la tecnologia ci mette lo zampino. Come se quello fra adolescenti e alcol non fosse già amore (malato). In Francia, infatti, su Facebook, sta impazzando un gioco che consiste nell’ubriacarsi da soli. E che piace sempre di più ai ragazzini. Al punto che gli esperti si dicono molto preoccupati.

Come funziona il gioco

Nel nuovo gioco, gli adolescenti vengono sfidati a bere quantità ingenti di alcol e, una volta ubriachi, a filmarsi con una telecamera. Lo scopo? Postare poi sulle pagine di Facebook i video girati e condividerli con amici ed estranei, invitandoli a fare altrettanto. A ottenere il maggior numero di “mi piace”, commenti e condivisioni sono i ragazzi che hanno consumato più drink, che hanno commesso più pazzie o che hanno avuto i comportamenti più assurdi.

L’allarme dei medici

I medici francesi hanno ammesso di essere impensieriti dalle proporzioni che il fenomeno sta assumendo. Ecco perché hanno deciso di lanciare l’allarme dalle pagine del quotidiano Le Parisien. In realtà, però, questo gioco non ha origini francesi. Neknomination, questo è il suo nome ufficiale, è partito dall’Australia a gennaio e, in breve, ha fatto il giro del mondo. Secondo le cronache, avrebbe già causato la morte di due ragazzi irlandesi: Jonny Byrne, 19 anni, e Ross Cummins, 22. Il primo è annegato dopo essersi ubriacato e gettato in un fiume. Ross, invece, è stato trovato morto in casa sua, la mattina dopo aver accettato la sfida a ubriacarsi lanciata da un amico via Facebook. Indubbiamente il connubio alcol-internet  ha effetti potentissimi, da non sottovalutare: entrambi, infatti, espongono gli adolescenti a una serie di rischi. A maggior ragione se vengono usati insieme. 

In breve

ATTENZIONE ANCHE IN ITALIA

Il nuovo gioco, che spinge gli adolescenti ad abusare di quantità elevate di alcol, è approdato anche in Italia. E non senza conseguenze. Sono già due, infatti, i ragazzi ricoverati in coma etilico. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

A letto da un mese per un distacco amniocoriale (eppure non serve, anzi)

01/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il riposo assoluto a letto in caso di "distacco" non solo è inutile per assicurare una buona evoluzione della gravidanza, ma può addirittura rivelarsi controproducente in quanto può aprire la strada al rischio di trombosi a livello degli arti inferiori.   »

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che un bimbo subito dopo essere stato vaccinato contro la rosolia possa trasmetterla. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti