Alcol e adolescenti: è boom di sbornie

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 30/12/2014 Aggiornato il 30/12/2014

L’assunzione di alcol è un comportamento sempre più femminile. Le ragazze bevono soprattutto superalcolici 

Alcol e adolescenti: è boom di sbornie

L’alcol e le giovanissime, un connubio sempre più frequente e i dati lo confermano. Il fenomeno cresce sempre di più tra le ragazze rispetto ai loro coetanei. Si tratta di un comportamento diffuso e sono necessari interventi poiché si tratta nella stragrande maggioranza dei casi di bambine anche di undici ann!. Secondo gli esperti l’assunzione di alcol e superalcolici è, dunque, un comportamento sempre più al femminile.

Bevono fino a ubriacarsi

Secondo l’indagine di Sos Il Telefono azzurro onlus e Doxa Kids, “Osservatorio Adolescenti: pensieri, emozioni e comportamenti dei ragazzi di oggi”, l’assunzione di alcol tra le giovanissime è un comportamento diffuso: le ragazze bevono superalcolici più di quanto si pensi, spesso nel corso di feste con gli amici, fino a ubriacarsi.

Cifre allarmanti

I dati sull’assuzione di alcol in età adolescenziale sono allarmanti: beve superalcolici il 37,1% delle ragazze contro il 17,4% dei ragazzi,  e dichiara almeno una sbornia il 52,9% delle ragazze contro il 44,8% dei ragazzi. Lo studio ha coinvolto 1.500 giovani tra gli 11 e i 19 anni su tutto il territorio nazionale.

Alcol e comportamenti violenti

Accanto a questi numeri, che delineano con chiarezza quanto il fenomeno dell’alcolismo sia diffuso tra gli adolescenti, in particolare tra le ragazze, se ne affiancano altri non meno preoccupanti: sono quelli che riguardano i comportamenti violenti: ben il 7,9% dei maschi ha dichiarato di essere stato picchiato dalla propria fidanzata.

Si salvano l’alimentazione e la famiglia

In questo panorama sconcertante, una nota positiva è rappresentata dai valori che sentono vivi gli adolescenti, in particolare l’alimentazione e la famiglia. La maggior parte dei ragazzi dichiara di avere un’alimentazione variegata (23,4%), equilibrata (21,7%) e sana e genuina (20,3%). Inoltre, l’89% degli intervistati afferma che nella propria casa c’è un’attenzione da moderata ad alta per la sana alimentazione. I ragazzi sono i primi a prestarvi attenzione: all’87,5% capita di fare la spesa e all’’83,9% di scegliere i prodotti da acquistare.

 

In breve

COMPORTAMENTI A RISCHIO: FEMMINE IN POLE POSITION

Nei comportamenti a rischio – alcol, droga, abitudini sessuali – le ragazze non sono seconde a nessuno, nemmeno ai loro coetanei maschi che spesso battono di molte lunghezze. Un comportamento, però, di cui non c’è da andare orgogliose.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ovaio policistico a 20 anni: in quanto tempo gli integratori fanno effetto?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Nessun preparato compie miracoli: per contrastare la sindrome dell'ovaio policistico che viene messa in relazione con il sovrappeso è necessario prima di tutto modificare il proprio stile di vita, a partire dall'alimentazione.  »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti