Allarme dipendenza da web e pc per 240mila ragazzi

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 08/03/2013 Aggiornato il 08/03/2013

Secondo le ultime stime nel nostro Paese migliaia di ragazzini tra gli 11 e i 16 anni soffrono di dipendenza da web. Il rischio? Quello di essere completamente assorbiti dalla realtà virtuale

Allarme dipendenza da web e pc per 240mila ragazzi

È un fenomeno in crescita, e sempre più precoce, quello della dipendenza da web e da pc: dalle ultime stime risulterebbe infatti che ben 240mila giovanissimi, tra gli 11 e i 16 anni, passino mediamente più di 3 ore al giorno davanti allo schermo.
La Federazione italiana degli ordini dei medici (Fnomceo), che ha lanciato l’allarme, ha poi segnalato come nel nostro Paese siano sempre più diffusi disturbi seri come la Sindrome di Hikikomori, una dipendenza da web che porta chi ne soffre a isolarsi: fino a pochi anni fa era presente solo in Giappone ma ora si sta purtroppo diffondendo anche negli Stati Uniti e in Europa.  

Il computer diventa l’unico amico

Secondo gli esperti si tratta di un fenomeno preoccupante, che però ancora oggi troppo spesso viene sottovalutato. I giovanissimi “vittime” della dipendenza da web non sono autistici o necessariamente vanno male a scuola. Anzi, il più delle volte riescono a raggiungere risultati sufficienti nelle materie scolastiche; il punto è che poi, quando tornano a casa, si piazzano davanti allo schermo e vi trascorrono tutto il pomeriggio e spesso anche la sera. In pratica, è come se il computer diventasse il loro unico amico. Il risultato è che i ragazzi vengono completamente assorbiti dalla realtà virtuale e dimenticano la vita vera, fatta di scambi autentici con persone “reali”.

In breve

ANCHE 10-12 ORE AL GIORNO

Se tanti adolescenti passano una media di 3 ore al giorno al computer, purtroppo c’è anche chi, tornato a casa da scuola, passa davanti allo schermo tutta la sua giornata. Completamente assorbito da una realtà parallela e senza amici, se non virtuali.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti