Amicizia tra adolescenti: i ragazzi fanno più squadra e sono più fedeli

Miriam Cesta
A cura di Miriam Cesta
Pubblicato il 04/10/2018 Aggiornato il 04/10/2018

I ragazzi, rispetto alle coetanee, hanno più sviluppato il senso di amicizia di squadra. Ecco perché nei maschi l’amicizia tra adolescenti dura di più

Amicizia tra adolescenti: i ragazzi fanno più squadra e sono più fedeli

Come si comportano i ragazzi e le ragazze nei confronti dell’amicizia? Per rispondere a questa domanda la rivista Plos One ha pubblicato un articolo in cui spiega che i  maschi sarebbero più fedeli al loro gruppo di amici nel tempo rispetto alle femmine, che invece tendono a cambiare amicizie con maggiore facilità e a essere meno costanti. Insomma, nell’ amicizia tra adolescenti, i maschi segnano un punto.

Come si è svolta la ricerca

Lo studio è stato condotto su 460 studenti del Regno Unito di età compresa tra 11 e 12 anni: è stata monitorata l’ amicizia tra adolescenti instaurata con i loro coetanei in classe, ma anche con i compagni di scuola di età differenti. I ricercatori hanno poi chiesto ai giovani partecipanti di indicare i sei ragazzini con cui avevano trascorso la maggior parte del tempo ogni giorno nell’arco dei cinque mesi.

Ragazze più volubili

Dalla ricerca è emerso che le ragazze tendono ad avere legami di amicizia meno stabili nel tempo a differenza dei ragazzi, che invece sono più fedeli, creando legami più stabili nel tempo. La spiegazione potrebbe risiedere nel fatto che le femmine sentono di più la pressione sociale che le spinge ad avere delle amicizie di circostanza anche con coetanee con le quali non hanno legami a sinceri, mentre i maschi sono più spontanei.

Ragazzi più fedeli

Rispetto alle ragazze, quindi, i ragazzi sembrano essere più fedeli alle amicizie tra adolescenti. Spiega Adam Kucharski, prima firma dello studio: “Questa ricerca ha messo in evidenza qualcosa che va contro tutti gli stereotipi, e cioè che i ragazzi sanno fare squadra come e forse più delle ragazze. Si tratta di un’interessante intuizione sociale, utile anche nello studio epidemiologico delle malattie infettive come l’influenza e il morbillo che possono diffondersi rapidamente, in particolare tra i bambini”.

 

 

 
 
 

Da sapere!

Secondo uno studio realizzato dalla Società italiana di medicina dell’adolescenza (Sima) e dall’Associazione no-profit Laboratorio Adolescenza, gli adolescenti di oggi hanno un gruppo di amici più numeroso rispetto a pochi anni fa, ma con legami di amicizia più deboli e aumento della competizione rispetto al passato.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Ancora podalico in 31ma settimana
17/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Il bambino può "mettere la testa a posto", ossia assumere la posizione cefalica, anche quando mancano solo poche settimane alla data del parto.   »

Dopo il vaccino niente farmaci per più di un mese?
17/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

L'indicazione di non somministrare alcuna medicina (escluso l'antifebbrile) nelle sei settimane successive alla vaccinazione è scorretta.   »

Gemellino che all’improvviso si comporta male
03/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Dietro ad atteggiamenti che all'improvviso diventano aggressivi e difficili da gestire c'è sempre una rabbia che il bambino deve imparare ad allontanare. Fargliela disegnare può essere d'aiuto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti