Cannabis sintetica: alto rischio ictus

Pamela Franzisi A cura di Pamela Franzisi Pubblicato il 13/08/2018 Aggiornato il 13/08/2018

La cannabis sintetica è una miscela di erbe essiccate che danno un effetto simile a quello della marijuana. Gli adolescenti che ne fanno uso possono andare incontro a ictus

Cannabis sintetica: alto rischio ictus

Viene definita in molti modi, come K2 o Spice e fa molto male alla salute. Stiamo parlando della cannabis sintetica: uno studio recente ha scoperto un collegamento tra il suo consumo e il rischio di andare incontro a ictus.

Scoperto per caso

I ricercatori del Roswell Park Cancer Institute e quelli della State University di New York hanno studiato il caso di un giovane detenuto di 25 anni, portato in pronto soccorso in stato confusionale, con disturbi di tipo intestinale e  debolezza al lato destro del corpo. I medici hanno subito diagnosticato un ictus. Esaminando la storia clinica del ragazzo è emersa la stretta correlazione tra la malattia e l’abuso di cannabis sintetica.

Altri rischi per la salute

Il consumo di cannabis sintetica ha comunque numerosi effetti collaterali: in generale, provoca un senso di rilassamento e alterazione della percezioni, ma le conseguenze peggiori  riguardano la comparsa di tachicardia, diarrea e vomito, allucinazioni e stato confusionale, ma anche pressione alta, ischemia e, nei casi più gravi, attacco di cuore.

La situazione in Italia

La cannabis sintetica si sta diffondendo anche nel mercato italiano, specie tra i giovanissimi. Secondo lo studio “Espad Italia” dell’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche (Ifc Cnr), tra le varie droghe,  i giovani italiani preferiscono proprio la cannabis sintetica, subito dopo la marijuana. Preoccupa l’ascesa di questa droga perché differenti composizioni chimiche rendono la sostanza potenzialmente molto più pericolosa.

 

Lo sapevi che?

Le droghe sintetiche sono facilmente reperibili sul web anche dai giovanissimi che spesso ignorano i rischi per la salute.

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Come insegnare le regole a un bimbo di tre anni?

17/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ridimensionare le aspettative, armarsi di grande pazienza, dare il buon esempio: ecco cosa serve per educare un bambino.  »

TSH oltre il limite: ci sono rischi in gravidanza?

14/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Un valore di TSH che supera di poco la soglia considerata ottimale non espone il feto a particolari pericoli. A patto però di assumere l'Eutirox e di controllare con regolarità la funzionalità tiroidea.   »

Ecografia, mammografia, autopalpazione: ecco le indagini per il seno

11/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Scoprire tempestivamente la presenza di un nodulo maligno nella mammella salva la vita. Tre sono le indagini che lo permettono.   »

Fai la tua domanda agli specialisti