Chem sex: sesso e droga pericolosamente insieme

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 16/02/2017 Aggiornato il 16/02/2017

La nuova frontiera della dipendenza che può colpire anche i nostri ragazzi si chiama chem sex. Unisce il sesso alla droga in una pericolosa spirale

Chem sex: sesso e droga pericolosamente insieme

Chem sex è il nome di una nuova e pericolosissima tendenza-dipendenza. Anche dei ragazzi. Ma cos’è il chem sex? In breve è l’unione di sesso e chimica. La tendenza è proprio quella di assumere mix rischiosi di sostanze stupefacenti e farmacologiche per aumentare il piacere sessuale. Chem sex significa anche assunzione di anfetamine e benzodiazepine insieme, per esempio, oppure di cocaina e altri farmaci. Mix che diventano spesso letali.

Piacere chimico

Il sondaggio che ha indagato questa terribile tendenza ha un nome emblematico “Piacere chimico” ed è stato condotto dall’Ausl di Bologna. Inanzitutto, è stato chiarito il significato di chem sex: “pratiche di sesso intenzionale sotto l’influenza di droghe psicoattive”. In tal senso, pare che le sostanze impiegate in questa folle tendenza siano soprattutto il mefedrone, l’acido γ-idrossibutirrico (Ghb), il γ-butirrolattone (Gbl) e la metamfetamina.

Sesso prolungato

La combinazione delle sostanze usate per il chem sex fa sì che si possano avere rapporti sessuali anche per diverse ore o diversi giorni.  L’illusorio vantaggio di questa pratica è un aumento dell’empatia accompagnato da una riduzione delle inibizioni.

Gravi conseguenze

Le conseguenze del chem sex sono tante e dipendono anche dal tipo di droga usata. Si può finire anche al Pronto soccorso. Le più comuni sono: tachicardie, aumento della temperatura corporea, intossicazione, amnesie ed esposizione totale alle malattie sessualmente trasmissibili.

Le ragazze vittime senza saperlo

Roberta Pacifici, del Dipartimento su farmacodipendenza, tossicodipendenza e doping dell’Istituto superiore di sanità, spiega quali sono le due tipologie di consumatori di ciò che viene definito chem sex. La prima è composta da persone che subiscono il chem sex, quindi vengono coinvolte a loro insaputa. Emblematico è il caso della droga disciolta nel cocktail alcolico (amnesia retrograda che si rivela funzionale agli abusi sessuali).

A rischio anche i maschi

La seconda tipologia riguarda i maschi omosessuali over 30. Questi ultimi miscelano sostanze come la cocaina con farmaci quali gli inibitori della fosfodierestasi (medicinali che si usano per trattare la disfunzione erettile).

Ancora poco conosciuto

Il fenomeno del chem sex è arrivato a conoscenza degli esperti quasi solo grazie ai referti del Pronto soccorso nei casi, non rari, in cui si sono verificate serie conseguenze per la salute dei fruitori. Ma esiste sicuramente un enorme sommerso che va analizzato e trattato.

 

 

 
 
 

DA SAPERE

 

A VOLTE AGGIUNTO ANCHE L’ALCOL

Nel chem sex c’è chi unisce anche l’alcol, oltre la droga, per avere un effetto eccitante ancora più marcato.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti