Dipendenza da Internet: il 5% dei ragazzi non stacca mai

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 25/08/2017 Aggiornato il 25/08/2017

Tra tablet, smartphone e pc siamo perennemente collegati al web. Alto il rischio dipendenza da internet, soprattutto per i giovani

Dipendenza da Internet: il 5% dei ragazzi non stacca mai

Gli adolescenti di oggi sono sempre più connessi alla Rete, complici smartphone e tablet che consentono l’accesso a Internet in qualsiasi momento della giornata. Da qui alla dipendenza da internet il passo è breve: quando la connessione dura per più di 6 ore al giorno o 40 ore alla settimana. Spesso è legata ad altri problemi di tipo psichiatrico come depressione, ansia e disturbo ossessivo-compulsivo.

Il problema in Italia

In Italia il 5% gli adolescenti ha una dipendenza da internet, secondo quanto appurato da uno studio italiano coordinato da Roberto Poli, responsabile del servizio psichiatrico diagnosi e cura dell’Azienda socio sanitaria territoriale di Cremona.  Dati confermati da altri studi che hanno analizzato la situazione in diversi Paesi. Negli Stati Uniti, per esempio, l’8% degli adolescenti rimane “incollato” alla Rete per la maggior parte del tempo libero, mentre in Norvegia solo l’1% di adolescenti ha una dipendenza da Internet.

Come una droga

Esattamente per come avviene con la droga e l’alcol, la dipendenza da internet scatena i cosiddetti circuiti di reward, ovvero quei meccanismi di gratificazione e rinforzo, legati alla produzione di dopamina, il neurotrasmettitore chimico del piacere. Per questo è così difficile smettere: i giovani ossessionati dall’essere “online” hanno, infatti, vere e proprie crisi di astinenza quando sono scollegati.

Azzardo, shopping e pornografia

Lo studio italiano ha sondato le abitudini di 2.533 studenti delle scuole superiori. Il 5% è risultato dipendente da Internet, lo 0,79 in modo grave. La dipendenza riguarda soprattutto il gioco, l’acquisto online, ma in particolare i siti porno. Come afferma Poli, “gli adolescenti sono biologicamente e psicologicamente più vulnerabili alle dipendenze: il virtuale può essere una fuga e pone una serie di problemi”. La dipendenza, infatti, non solo ha influenze negative sul rendimento scolastico, ma comporta una serie di comportamenti antisociali. Soprattutto nel caso degli adolescenti, l’isolamento non consente uno sviluppo equilibrato della maturazione psicosessuale, specialmente sotto il punto di vista esperienziale. In particolare, i giovani adolescenti maschi sono dipendenti in misura doppia rispetto alle coetanee femmine. Sottolinea ancora Poli che la dipendenza da Internet andrebbe curata con percorsi psicoterapici ad hoc, attraverso l’ausilio dei Servizi dipendenze territoriali. 

 

 

 
 
 

Lo sapevi che?

L’utilizzo di Internet in modo ossessivo è tipico delle persone timide e schive, spaventate dalla sessualità reale.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di sei mesi che si addormenta solo se cullata

18/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Intorno ai quattro mesi di vita, tutti i bambini dovrebbero imparare ad addormentarsi da solo: se questo non accade si può ricorrere a un metodo che nella maggior parte dei casi dà buoni risultati.   »

Bimba che sorride a tutti ma non alla mamma

18/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Per ottenere risate e gridolini allegri dal proprio bambino, può essere sufficiente relazionarsi con lui in modo sereno e gioioso.   »

Vaccino anti-Coronavirus: è davvero una fake-news che causi infertilità?

13/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Luca Cegolon, MD, MSc, DTM&H, PhD

Nel Web circolano bufale a volte così ben confenzionate da diventare credibili anche per persone competenti. Documentarsi sempre in modo meticoloso, prima di dare credito a ipotesi che mettono in discussione le scelte delle autorità sanitarie è quanto di meglio si possa fare per non cadere nelle tante...  »

Fai la tua domanda agli specialisti