È emergenza Aids e malattie trasmissibili sessualmente per i giovanissimi

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 03/05/2013 Aggiornato il 03/05/2013

Gli adolescenti hanno rapporti sempre più precoci ma non sono informati su Aids e sulle più comuni malattie trasmissibili sessualmente

È emergenza Aids e malattie trasmissibili sessualmente per i giovanissimi

 

Non se ne parla ma questo non significa che non ci siano più. Anzi, è vero il contrario. Le malattie trasmissibili sessualmente sono ancora molto diffuse, soprattutto tra i giovanissimi. A lanciare l’allarme è la Sitip, la Società italiana di infettivologia pediatrica, con gli ultimi dati dell’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità.

Un adolescente su 20 si ammala ogni anno

Secondo l’Oms, dei 340 milioni di nuovi casi di malattie trasmissibili sessualmente che si registrano ogni anno, circa 111 milioni interessano giovani sotto i 25 anni di età. Si stima, poi, che ogni anno un adolescente su 20 contragga una delle malattie trasmissibili sessualmente e che, cosa ancora più preoccupante, l’età tenda semppre più ad abbassarsi.

Sesso sempre più precoce

L’età in cui i giovani scoprono il sesso è ogni anno inferiore, con un 7 per cento che ha il primo rapporto già tra i 13-14 anni. A questa precocità non corrisponde un’adeguata preparazione e consapevolezza. Susanna Esposito, presidente Sitip e direttore della Uoc Pediatria 1 Policlinico di Milano, sostiene che manca “un’adeguata consapevolezza che anche attraverso un singolo rapporto si può contrarre una malattia trasmessa sessualmente. Ovviamente la probabilità di incontrare persone infette sarà tanto maggiore quanto più elevato è il numero dei partner. Risultano, pertanto, a maggiore rischio le persone sessualmente attive, che hanno rapporti con partner diversi, soprattutto se occasionali”.

A rischio Aids e candida

“Tra le malattie sessualmente trasmissibili” spiega Susanna Esposito “la più temibile è certamente l’infezione da Hiv, il virus responsabile dell’Aids. Molto comuni sono anche la Candida e il Trichomonas responsabili di infezioni dell’ultimo tratto delle vie genitali (vulviti, vaginiti nella donna; balaniti, uretriti nell’uomo) e che il più delle volte guariscono con una terapia mirata (creme, ovuli o farmaci specifici). Altre infezioni, invece, come per esempio, le infezioni da Chlamydia e la Gonorrea, se non diagnosticate tempestivamente e non curate in modo adeguato, possono interessare anche gli organi genitali interni: utero, ovaie, tube nelle donne; testicoli e prostata nell’uomo. Nella donna la malattia infiammatoria pelvica (Pid) rappresenta l’evenienza più grave e ne possono conseguire infertilità, aumentato rischio di gravidanze tubariche e dolore pelvico cronico. Altri virus come l’herpes genitale e il papilloma virus hanno la tendenza a rimanere all’interno dell’organismo e vengono ritenuti responsabili dell’insorgenza di forme pre-tumorali del collo dell’utero”.

Prevenzione sempre

Avverte dunque la specialista che “fondamentale è la prevenzione, che si attua attraverso il rispetto di norme igieniche e comportamentali”. Questo significa innanzitutto non aver paura a dire o a chiedere al partner se soffre o ha sofferto di malattie trasmissibili sessualmente e di utilizzare il preservativo, che rappresenta un ottimo metodo per prevenire queste malattie. 

In breve

CURARLE SUBITO

La diagnosi precoce delle malattie sessualmente trasmissibili è possibile solo tramite il riconoscimento dei sintomi, ma a volte sono così lievi e indistinti da risultare difficili da individuare. Tanto più precoce sarà il trattamento dell’infezione, tanto più rapida sarà la guarigione o il contenimento del virus. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Tosse violenta che non passa in una bimba di 4 anni: qual è la causa?

02/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Anche se di rado, una tosse secca, insistente, che nulla calma può essere dovuta al tappo di cerume: per escludere questa possibilità basta che il pediatra ispezioni accuratamente i condotti uditivi del bambino.  »

Collo dell’utero raccorciato in 25^ settimana: è possibile che torni a posto?

01/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In effetti la cervice può recuperare qualche millimetro, in assenza di contrazioni uterine, quindi non è detto che una minaccia di parto prematuro comporti con certezza la nascita del bambino molte settimane prima rispetto alla data prevista.  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti