Epatite A: infezioni in aumento

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 31/07/2018 Aggiornato il 31/07/2018

C’è allarme per le malattie sessualmente trasmissibili: in aumento soprattutto i casi di epatite A e papilloma virus

Epatite A: infezioni in aumento

Allarme epatite A e papilloma virus in Europa. In Italia sono stati segnalati 3.426 casi di epatite A, con picchi di contagio in Lombardia e Lazio. Fondamentale la campagna di informazione sulle misure precauzionali, soprattutto tra i giovani, per contrastare la diffusione dell’infezione (trasmissibile per esempio con il sesso orale) e altrettanto importante la vaccinazione.

Resistenti agli antibiotici

Alta è la preoccupazione dei medici anche per i casi di gonorrea, la seconda più comune malattia a trasmissione sessuale batterica in Europa (oltre 75 mila casi nel 2016), per la diffusione ceppi resistenti a diverse classi di antibiotici. La diffusione di questa malattia sessualmente trasmissibile, infatti, preoccupa fortemente per le pochissime alternative terapeutiche, la mancanza di un vaccino e la scarsa capacità di sorveglianza a livello nazionale e internazionale.

Il papilloma virus

Tra le infezioni a trasmissione sessuale prevenibili con il vaccino c’è il papilloma virus (Hpv), agente responsabile del cancro della cervice uterina, della vulva, della vagina, di tumori dell’ano, del pene e del cavo orale. La campagna di vaccinazione è indirizzata agli adolescenti di entrambi i sessi. In Italia, però, la media nazionale di adesione alla vaccinazione è pari a circa il 70%.

 

 

 

 
 
 

Da sapere!

In Australia dopo una estesa campagna di vaccinazione tra il 2005 e il 2015, il tasso di Hpv tra le donne di 18-24 anni è passato dal 22,7% all’1,1%.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti