Fare sport migliora la pagella degli adolescenti

Pamela Franzisi A cura di Pamela Franzisi Pubblicato il 08/11/2019 Aggiornato il 08/11/2019

I ragazzi che praticano regolarmente sport vanno meglio a scuola rispetto ai coetanei sedentari. L’attività fisica mantiene in salute non solo il corpo ma anche la mente

Fare sport migliora la pagella degli adolescenti

Lo sport praticato sin da bambini è importante quanto l’istruzione, fondamentale per la crescita e lo sviluppo. Ciò nonostante, alcuni genitori non agevolano i loro figli a fare attività fisica regolarmente, spesso per paura di far tralasciare loro gli impegni scolastici. Non sanno, però, che l’abitudine a praticare sport in bambini e adolescenti ha effetti positivi che permettono di raggiungere buoni risultati anche a scuola, migliorando la pagella.

Sport e apprendimento

Esisterebbe una correlazione positiva tra sport e apprendimento: i ragazzi che abbinano l’attività fisica allo studio hanno rendimento scolastico migliore e ottengono una pagella più bella. Di recente lo ha dimostrato uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università di Teheran e pubblicato sulla rivista medica Journal of Sport and Health Science. L’analisi è stata condotta su 56 ragazze di 15 – 16 anni divise  in due gruppi e monitorate per sei settimane: il primo gruppo ha partecipato a un training, mentre l’altro ha ricevuto solo raccomandazioni sulle attività fisiche. I risultati hanno rilevato che le ragazze che hanno partecipato al training sono riuscite ad aumentare le loro performance a scuola rispetto alle altre.

Manca una cultura dello sport

In alcuni Paesi chi fa sport viene “premiato” per l’accesso all’università. Negli Stati Uniti e in altri Paesi europei (soprattutto del Nord) l’educazione fisica ha lo stesso valore di altre discipline, mentre in Italia l’attività sportiva viene  considerata spesso come tempo prezioso tolto alla scuola. Serve quindi una “cultura dello sport” tanto negli operatori scolastici quanto nei genitori. Per gli adolescenti che trascorrono i pomeriggi davanti a tv e altri dispositivi digitali, praticare sport è fondamentale. Per questo, la scuola deve svolgere, insieme ai genitori, il delicato ruolo di gestire impegno scolastico e sportivo evitando il “drop out”, cioè l’abbandono dello sport preferito per motivi legati allo studio.

 

 

Da sapere!

L’attività fisica, oltre a migliorare il rendimento a scuola, aiuta a costruire ossa e muscoli forti, a mantenere il peso forma e il cuore sano e contrasta ansia e di depressione.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Ovulazione: può verificarsi anche se si prende la pillola?

31/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono casi in cui, nonostante l'assunzione del contraccettivo orale, la donna continua a essere fertile: accade, per esempio, se è in sovrappeso.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti