Hiv: allarme rosso per gli adolescenti

Pamela Franzisi
A cura di Pamela Franzisi
Pubblicato il 21/09/2018 Aggiornato il 21/09/2018

Secondo le ultime stime dell'Unicef sono in particolare le ragazze (due casi su tre) a infettarsi con l’hiv: ogni due minuti un adolescente si contagia

Hiv: allarme rosso per gli adolescenti

L’Unicef ha diffuso il nuovo rapporto sui contagi da hiv “Women: at the heart of the hiv response for children”. Nello scorso anno, ogni ora circa 30 adolescenti fra 15 e 19 anni sono stati contagiati dall’hiv: vale a dire uno ogni due minuti. Le ragazze sono le più colpite. Nel 2017 sono stati 130mila i morti tra i 10 e i 19 anni, mentre 430mila (50 ogni ora) si sono ammalati. Sempre lo scorso anni circa 1,2 milioni di adolescenti tra i 15 e i 19 anni convivevano con l’hiv e 3 su 5 erano ragazze.

Rapporti sessuali precoci a rischio

La diffusione dell’epidemia tra le ragazze è alimentata da rapporti sessuali precoci e non protetti. Le giovani sono particolarmente esposte al virus per una serie di fattori, biologici e culturali: la conformazione degli organi genitali femminili non aiuta. Le ragazze, inoltre, temono di chiedere al proprio partner di utilizzare il preservativo, nella convinzione di ricevere un giudizio negativo. “In molti Paesi del mondo le donne e le ragazze non hanno accesso a informazioni e servizi o non hanno il potere di dire no a un rapporto sessuale non protetto – ha dichiarato Henrietta Fore, direttore generale Unicef -. Così l’hiv prospera tra i più vulnerabili e ai margini, lasciando le ragazze al centro di questa crisi”.

 

 

 

 
 
 

Da sapere!

L’hiv non è il solo virus veicolato dal sesso. Sono in aumento anche i casi di sifilide, gonorrea e papilloma virus.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Sbadigli nel sonno: è normale che accada?

Durante il sonno, lo sbadiglio non è immediatamente giustificabile. Per comprendere perché un bimbo sbadiglia dormendo, occorre prendere in considerazione vari aspetti.   »

Nonni che baciano sulla bocca il bambino: che grande sbaglio!

Il bacio sulla bocca è un gesto che appartiene al mondo degli adulti, quindi è sbagliato che i nonni se lo scambino con i nipotini. A maggior ragione se la mamma lo ha vietato.   »

Cosa deve mangiare a un anno di vita?

Le più recenti linee guida suggeriscono che dallo svezzamento in avanti il bambino dovrebbe mangiare gli stessi pasti del resto della famiglia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti