Millennials malati di perfezionismo, anche colpa dei genitori

Pamela Franzisi A cura di Pamela Franzisi Pubblicato il 30/04/2019 Aggiornato il 30/04/2019

La colpa della diffusione di forme di perfezionismo tra i millennials è anche di genitori iperprotettivi e di modelli irrealistici propagandati dai media

Millennials malati di perfezionismo, anche colpa dei genitori

La ricerca della perfezione, il desiderio di raggiungere determinati risultati a tutti i costi può non essere salutare. Recenti ricerche hanno evidenziato come una forma di perfezionismo sia sempre più diffusa tra i millennials diventando, a volte, patologica.

La malattia delle nuove generazioni

Secondo un’analisi di 77 studi guidata dalla Saint John university di York, nel Regno Unito e dalla Dalhousie university, in Canada, e pubblicata sulla rivista medica Personality and social psychology review, il perfezionismo è aumentato notevolmente negli ultimi 25 anni e riguarda, in egual modo, uomini e donne. Nell’indagine sono state coinvolte 25mila persone. Gli studiosi Simon Sherry e Martin Smith hanno spiegato che “il perfezionismo è aumentato dal 1990. Ciò significa che i millennials vi lottano più delle generazioni precedenti”.

Ossessione competizione

Le cause del perfezionismo dilagante sono difficili da individuare. Certamente siamo di fronte a una società sempre più complessa e più competitiva e l’ambizione e la realizzazione personale sono motivo di confronto tra pari.  In questo i genitori assumono un ruolo determinante: avendo aspettative alte nei confronti dei figli ed essendo critici, possono incentivare lo sviluppo di manie di perfezione. Anche i media fanno la loro parte, proponendo ideali di bellezza e perfezione.

Il parere degli esperti

“I genitori – spiegano gli studiosi – devono essere meno critici e iperprotettivi, insegnando ai propri figli a tollerare e imparare dai loro errori, sottolineando al contempo quanto sia importante impegnarsi per ciò in cui si crede rispetto alla ricerca irrealistica della perfezione”. Bisogna amare i propri figli indipendentemente dal loro rendimento scolastico e  insegnar loro che l’importante non è vincere ma partecipare.

 
 
 

Da sapere!

Chi soffre di perfezionismo rimugina troppo sui propri errori e ha difficoltà ad affrontare le esperienze future per paura di sbagliare: uno spreco di energia che danneggia la serenità della vita quotidiana.

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dopo 4 maschietti arriverà la bambina?

16/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è assolutamente detto che dopo quattro figli maschi il quinto sarà una femminuccia perchè a ogni gravidanza si ripresentano le stesse probabilità di aver concepito un maschio o una bambina.   »

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti