Ipnopedia: solo false illusioni

Laura Raimondi Pubblicato il Aggiornato il 19/09/2018

Brutte notizie per gli studenti che speravano di poter studiare…dormendo: l’ipnopedia resta un miraggio

Le speranze di chi sognava di “studiare” durante il sonno sono spente: uno studio conferma il proverbio “chi dorme non piglia pesci”. E soprattutto non impara. Secondo la scienza, infatti, la cosiddetta ipnopedia, ovvero la capacità di imparare durante il riposo, resta un sogno impossibile.

Le prove della magnetoencelografia

A confermarlo è ora uno studio belga dell’Uni-Ulb Neurosciences Institute, pubblicato sulla rivista medica Scientific Reports. La ricerca, che ha coinvolto 26 volontari, ha esaminato sia il sonno della fase non Rem, quando si passa dal sonno leggero a quello più profondo, sia la fase di veglia. Durante il test ai partecipanti è stato presentato un flusso veloce di suoni in modo casuale oppure un insieme di suoni più precisi, adatti alla categorizzazione in tre tipologie differenti. Attraverso un esame particolare, la magnetoencefalografia, è emerso che i volontari erano in grado di ascoltare questi stimoli uditivi, ma non potevano categorizzarli in gruppi distinti. Da svegli, invece, questo compito era eseguito senza alcun problema.

Apprendimento notturno: sì o no?

Eppure una ricerca israeliana pubblicata tempo fa sulla rivista Nature Neuroscience,  sosteneva che l’ ipnopedia è possibile. Gli studiosi del Weizmann Institute of Science avevano sottoposto i volontari durante la fase di riposo a suoni associati a odori più o meno gradevoli. Il giorno successivo, da svegli, i partecipanti avevano associato a ogni suono un tipo di respirazione diversa. Come accaduto durante il sonno, suoni che ricordavano l’odore di “pesce marcio” erano collegati a respiri brevi, mentre odori simili al profumo di shampoo erano correlati a respiri lunghi e intensi. In realtà, gli stessi scienziati israeliani avevano espresso i limiti dello studio: non tutto si può apprendere dormendo. Gli studenti sono avvisati… 

 

 

 
 
 

Lo sapevi che?

Il termine ipnopedia indica l’apprendimento mnemonico durante il sonno in seguito a stimoli uditivi.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Sinechie delle piccole labbra: serve il cortisone?

Le pomate al cortisone non trovano specifica indicazione per le sinechie delle piccole labbra di una bambina. Una crema emolliente, che contrasti la secchezza delle mucose, se non ci sono sintomi né infezioni ricorrenti è più che sufficiente per controllare l'anomalia.   »

Influenza in gravidanza: è pericolosa?

Ci possono essere dei rischi, se l'influenza viene contratta nelle prime settimane di gravidanza, a causa della febbre. Nel secondo e nel terzo trimestre è improbabile che il bambino corra particolari pericoli. In generale, è sempre opportuno che una donna in attesa effettui la vaccinazione antiinfluenzale....  »

Massaggi anticellulite: si possono fare mentre si allatta?

I massaggi anticellulite possono essere effettuati tranquillamente durante l'allattamento, anche alla luce di una massima che tutte le neomamme dovrebbero fare propria: tutto quello che le fa sentire meglio si rifette positivamente sul bebè.   »

Fai la tua domanda agli specialisti