Primo rapporto sessuale: giovani ancora impreparati

Laura Raimondi
A cura di Laura Raimondi
Pubblicato il 12/03/2019 Aggiornato il 12/03/2019

Il primo rapporto sessuale per una ragazza su due non avviene al momento giusto. Necessaria maggiore attenzione all’educazione sessuale dei giovani

Primo rapporto sessuale: giovani ancora impreparati

La prima volta, specie per le ragazze, è un momento delicato che non sempre viene ricordato con entusiasmo. Lo conferma uno studio recentemente pubblicato sulla rivista medica BMJ Sexual & Reproductive Health, condotta su circa 3.000 giovani in tutto il Regno Unito con oggetto il primo rapporto sessuale.

L’importanza del “momento giusto”

Lo studio, ripreso all’interno dell’indagine Natsal che fotografa il comportamento sessuale nel Regno Unito, ha interpretato le risposte dei partecipanti tra il 2010 e il 2012 sul primo rapporto sessuale. Dai risultati è emerso che quasi il 40% delle adolescenti e il 26% dei ragazzi, pensano che la prima volta non sia avvenuta nel momento più opportuno. Inoltre, il questionario sottoposto ai ragazzi prevedeva una parte di autoanalisi circa le proprie “competenze sessuali”, ovvero sull’utilizzo o meno di protezione contraccettiva, autonomia decisionale, pari disponibilità di entrambi i partner e il sentimento che si trattasse di un’esperienza vissuta al momento giusto.

Chi ben comincia…

Il termine “competenza sessuale” utilizzato dagli studiosi corrisponde alla definizione di salute sessuale promossa dall’Oms, la quale oltre agli aspetti relativi al benessere fisico, si concentra anche su quelli mentali e sociali, parlando di un “approccio positivo e rispettoso alle relazioni sessuali […] libere da coercizione”. Questa combinazione di aspetti fisici e psicologici è fondamentale, sempre secondo lo studio, poiché influenzerà la salute sessuale successiva, anche riguardo a malattie sessualmente trasmissibili, gravidanze indesiderate, diminuzione della funzione sessuale. I test che verificano queste problematiche confermano, infatti, la stretta relazione tra una cattiva competenza sessuale in età adolescenziale e una generale salute sessuale in età adulta.

 

 

 
 
 

Da sapere!

Le ragazze, rispetto ai coetanei maschi, vivono con più frequenza uno stato di pressione da parte del partner verso il primo rapporto sessuale (1 donna su 5, contro 1 uomo su 10).

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti