Ragazzi social: la tendenza è fingersi maggiorenni

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 17/01/2017 Aggiornato il 17/01/2017

È sempre più stretto il rapporto tra adolescenti e social. Infatti, sono numerosi i ragazzi che si fingono maggiorenni sul web per accedere a tutti i vari social

Ragazzi social: la tendenza è fingersi maggiorenni

Le regole del web esistono per proteggere le parti più deboli, la loro privacy e, di conseguenza, anche la loro incolumità. Ma queste regole vengono aggirate a causa dello stretto rapporto esistente tra adolescenti e social. Infatti, sono sempre di più i ragazzi social che si fingono maggiorenni per poter accedere ai network in tutta libertà. Farlo è facile e, quindi, adolescenti e social diventano una realtà coesiva difficile da espugnare per gli adulti e per chi cerca di tutelarne la sicurezza.

Un adolescente su quattro

L’esistenza di un allarmante rapporto senza regole tra adolescenti e social network è stato confermato anche dall’indagine “adolescenza e Socialità”, condotta dalla Società italiana di medicina dell’adolescenza (Sima) e dall’Associazione laboratorio adolescenza. Secondo i dati raccolti, un adolescente su quattro dichiara di essere maggiorenne pur sapendo bene di mentire. Questo dato può non preoccupare eccessivamente, ma a torto. Infatti, aggirare il vincolo della maggiore età è troppo semplice e consente anche a ragazzini molto piccoli di accedere a contenuti decisamente adulti e a interazioni anche potenzialmente pericolose.

Finti maggiorenni, ma già informati

Sempre secondo il suddetto studio, la categoria che utilizza di più i social network è proprio quella dei ragazzini più piccoli, non maggiorenni ma che si fingono tali. I ragazzi in questione, però, non sono disinformati riguardo alle normative di accesso ai social e alla privacy. Anzi, sono sempre più informati sia a casa, sia a scuola. Ma senza conseguenze positive poi all’atto pratico dell’uso dello strumento. Dunque, sanno ma non si curano dell’importanza di ciò che conoscono e dei pericoli esistenti.

Snapchat e Instagram i più ricercati

Quali sono i social network più amati dai finti maggiorenni? Al primo posto troviamo Snapchat e Instagram: entrambi i social si basano sulla condivisione di immagini, che possono essere salvate e fatte “girare” in rete pressoché ovunque e tra chiunque. Spesso, gli adolescenti creano anche profili pubblici con nickname irrintracciabili dai genitori. Noncuranti del fatto che il web straripi di cattive intenzioni e che l’immagine vada protetta così come le informazioni sensibili (localizzazione, tag), che troppo spesso i ragazzi inseriscono senza immaginare le conseguenze.

Informare sui drammatici casi di cronaca

Cosa fare, quindi, per tutelare privacy e sicurezza dei minorenni sui social network? Forse introdurre paletti più difficili da aggirare ma anche continuare a educare sulle conseguenze più serie che possono derivare da questo tipo di comportamento. Portando anche casi di cronaca recente e drammatica nelle aule di scuola, come le storie di cyberbullismo dagli esiti tragici.

 

 

 
 
 

da sapere

CONSIGLI PER I GENITORI

Non è semplice per i genitori controllare le attività on line dei propri figli. Vale sempre la regola di utilizzare il parental control e di “pretendere” dai figli una maggiore trasparenza quando sono in rete. E ovviamente… parlare e riparlare delle insidie di Internet.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Menarca in bimba di 9 anni: crescerà ancora?

17/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non è così automatico che l'arrivo della prima mestruazione segni la fine della crescita in altezza.   »

Anticorpi: con che quantità si può rinviare la seconda o la terza dose?

17/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Fabrizio Pregliasco

A oggi non è ancora stato stabilito quale valore relativo agli anticorpi assicuri una copertura tale da consentire di rimandare (o, peggio, evitare) la vaccinazione.   »

Bimbo difficile, mamma esasperata

11/01/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Può essere davvero emotivamente insostenibile gestire un bambino che urla e piange ogni volta che ci si allontana. Ma la soluzione ci può essere.   »

Fai la tua domanda agli specialisti