Rischio ictus per i giovani che fumano cannabis

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 10/12/2015 Aggiornato il 10/12/2015

L’abuso di marijuana predispone a un tipo di ictus diverso da quello che può colpire anche chi non fuma

Rischio ictus per i giovani che fumano cannabis

Fumare la marijuana, la sostanza illegale più consumata al mondo, potrebbe aumentare il rischio di ictus. Esisterebbe, infatti, una correlazione fra l’utilizzo della cannabis e l’incidenza di ictus in giovane età, ma si tratta di un tipo diverso da quello che si manifesta nelle persone che non fanno uso di questa sostanza. Il perché è spiegato sul Journal of the American college of Cardiology (Jacc).

Legame pericoloso

L’ictus che colpisce i giovani che fumano troppi spinelli è, in genere, causato da un restringimento delle arterie cerebrali, provocato dalla formazione di placche di grasso. Nei non fumatori di cannabis, invece, l’ictus verrebbe causato da un’embolia, un coagulo di sangue che da un’arteria arriva al cervello.

Danni alle arterie cerebrali

La ricerca che mostra una correlazione tra cannabis e ictus in giovane età è stata condotta all’Ospedale universitario di Strasburgo e diretta da Valerie Wolff. Sono stati esaminati 334 giovani. Tra questi, 50 facevano uso di droghe. Il restringimento di un’arteria cerebrale, come causa di ictus, è stata rilevata nel 45 per cento dei giovani consumatori di cannabis e solo nel 14 per cento in chi non faceva uso di marijuana.

A rischiare sono soprattutto i maschi

Il dato più allarmante è che sono proprio i più giovani, specialmente i maschi, a fumare spinelli che, oltre a essere una potenziale causa di ictus, rovinano la memoria e interferiscono con le capacità di apprendimento- È, invece, l’embolia la causa più frequente di ictus dei non fumatori di cannabis.

 

 

 
 
 

In breve

 SPINELLI GIA’ A 11 ANNI

 Secondo gli ultimi dati diffusi da Eurispes e Telefono azzurro, in Italia un giovane su cinque ha ammesso di aver fumato marijuana. Chi fa un frequente uso di sostanze stupefacenti sono i giovanissimi di età compresa tra 11 e 15 anni.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti