Sigarette elettroniche: è allarme dripping e dipendenza

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 11/04/2017 Aggiornato il 11/04/2017

Le sigarette elettroniche fanno meno male del fumo tradizionale, ma creano dipendenza e il fenomeno “dripping”, soprattutto tra i giovani

Sigarette elettroniche: è allarme dripping e dipendenza

Stando a un recente studio, effettuato presso la University College London, le sigarette elettroniche sarebbero meno dannose di quelle tradizionali per quel che riguarda la nicotina, oltre a ridurre il rischio di eventuali complicazioni negative per la salute. Durante la ricerca, infatti, il dottor Lion Shahab ha esaminato urina e saliva dei partecipanti  constatando che i livelli delle sostanze tossiche provenienti dalle e-cig sono più bassi e quindi più sicuri del fumo vero.

Un ragazzo su 4 ha provato il dripping

A questa buona notizia se ne aggiungono però altre ben più allarmanti. Da qualche tempo sembrerebbe impazzare il fenomeno ”dripping” molto diffuso negli USA, soprattutto tra i giovani svapatori. Si tratta di una pratica che consiste nel versare le gocce di nicotina liquida direttamente sui bulbi di riscaldamento delle e-cig per ottenere nuvole di vapore più intense.

Gli aromi chimici dei liquidi

La ricercatrice di Psichiatria alla Yale University School of Medicine, Krishnan-Sarin, afferma che: “i liquidi delle sigarette elettroniche contengono anche molti aromi chimici, come aldeidi, vanilline e alcol considerati sicuri per l’ingerimento, ma di cui poco si sa in merito alla tossicità di inalazione, in particolare quando sono volatilizzati ad alte temperature”.

Le e-cig, un ponte per il tabacco

Un’altra ricerca effettuata presso l’Università di Michigan ha inoltre rivelato che le e-cig rappresenterebbero un futuro passaggio al fumo. Durante lo studio sono stati esaminati ragazzi di circa 18 anni, intervistati per due volte a distanza di un anno tramite un questionario. Dai risultati del test è emerso che chi fumava solo la sigaretta elettronica, e non aveva mai provato quelle normali, era 4 volte più propenso a provare il tabacco l’anno successivo. Secondo i ricercatori, dunque, le sigarette elettroniche non sarebbero un metodo efficace per smettere di fumare, ma un ponte verso il tabacco.

 

lo sapevi che?

Chi passa dalle sigarette tradizionali a quelle elettroniche consuma una quantità di sostanze cancerogene pari a quella contenuta nei cerotti per smettere di fumare.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Ovulazione: può verificarsi anche se si prende la pillola?

31/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono casi in cui, nonostante l'assunzione del contraccettivo orale, la donna continua a essere fertile: accade, per esempio, se è in sovrappeso.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti