Trova amici: crescerai più sano e felice

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 13/10/2015 Aggiornato il 13/10/2015

Far parte di un gruppo di amici stretti consolida sicurezza e autostima nei teenager, con ricadute positive sullo sviluppo. Si riduce il rischio di ansia e depressione

Trova amici: crescerai più sano e felice

I teenager che “fanno branco”, quindi hanno un gruppo di amici stretti, corrono un minor rischio di soffrire di ansia e depressione. È quanto sostiene uno studio condotto da ricercatori dell’università della Virginia (Stati Uniti), secondo cui far parte di un gruppo può “salvare” i ragazzi dal rischio di isolamento, tenendo lontane patologie psichiatriche come disturbo d’ansia e depressione.

Disturbi in aumento

I disturbi neuropsichici dell’età evolutiva, come la depressione, colpiscono un bambino o adolescente ogni 5. Negli ultimi 10 anni, il numero dei piccoli seguiti dai servizi di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza è quasi raddoppiato (+5% all’anno dal 2004 a oggi). Molti studi si sono focalizzati sull’identificazione dei possibili fattori di rischio e la messa a punto di misure di prevenzione.

Sì agli amici

Ora questo studio ipotizza che avere un gruppo di amici, seguire il gregge durante l’adolescenza comporta implicazioni positive a lungo termine sulla salute mentale: i ragazzi acquisiscono capacità relazionali, sicurezza, autostima, tutti elementi che concorrono a ridurre il rischio di soffrire di stress, ansia e depressione. Al contrario, secondo gli autori, la difficoltà sperimentata da ragazzini nel coltivare strette relazioni con i coetanei e nell’integrarsi nelle dinamiche della compagnia possono giocare a sfavore dello sviluppo neuropsichico, aggiungendosi alla lista dei fattori di rischio più noti, come obesità e fumo.

Imparare ad amalgamarsi al gruppo

I ricercatori hanno seguito 171 ragazzi e ragazze dai 13 ai 27 anni, mettendo in relazione la loro capacità di interagire con i pari con i parametri relativi al benessere mentale. Hanno così constatato che l’aver stretto amicizie da teenager ed essersi amalgamati al gruppo di coetanei è un elemento associato a una salute migliore da adulti.

 

 

 
 
 

da sapere

ANSIA E DEPRESSIONE COMPAIONO PRESTO

L’adolescenza è un’età caratterizzata da turbolenza emotiva e particolare vulnerabilità, che aumentano il rischio di soffrire di ansia e depressione. Secondo un recente studio australiano, condotto su quasi 2000 teenager, molte persone con disturbi ansioso-depressivi riferiscono di aver avuto i primi sintomi prima dei 25 anni.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tosse dei bambini: l’antibiotico serve o no?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

La tosse secca, anche se più disturbante, non deve preoccupare e non richiede inevitabilmente l'antibiotico, che invece va somministrato quando la tosse è “grassa”, con tanto catarro, e si protrae per oltre quattro settimane senza alcun accenno di miglioramento.  »

Strapazzo forte nelle prime settimane di gravidanza: ci sono pericoli?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

L'utero è morbisissimo al suo interno, rivestito da tessuto muscolare elastico all'esterno, e il liquido di cui è piena la camera gestazionale fa da ulteriore ammortizzatore in caso di urti intensi, quindi non è facile (per fortuna!) causare traumi al feto. La natura fa le cose per bene.   »

Bimba di sei anni che tiranneggia mamma e fratello: che fare?

08/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Una bambina costantemente ribelle, che fa continui capricci e assume atteggiamenti provocatori probabilmente ha solo bisogno dei famosi paletti, che segnano il limite da non superare e, per quanto strano possa apparire, fanno sentire i figli amati, protetti, accuditi.   »

Fai la tua domanda agli specialisti