Vitamina D: carente nella metà dei giovani

Metella Ronconi A cura di Metella Ronconi Pubblicato il 04/12/2019 Aggiornato il 04/12/2019

Troppo tempo in casa e poco all'aria aperta: ecco perché i giovani vanno incontro a una carenza di vitamina D. Attenzione alle conseguenze sulla salute

Vitamina D: carente nella metà dei giovani

È colpa dello stile di vita se oltre il 50% dei giovani sotto i 16 anni ha una carenza di vitamina D: secondo Paolo Biasci, presidente nazionale della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP), oltre un terzo dei teenager passa almeno due ore al giorno a giocare con  videogiochi  o computer e quasi la metà guarda troppa televisione, a scapito dell’assorbimento della vitamina D, derivante soprattutto dall’esposizione al sole.

L’alimentazione non basta

I pediatri sono preoccupati dal grande numero di giovanissimi italiani che soffrono di carenza di vitamina D. Assumerne una dose adeguata è, infatti, fondamentale per lo sviluppo corretto della massa ossea e di quella muscolare. Inoltre è importante perché aiuta a rafforzare il sistema immunitario e contribuisce a difendere l’organismo dalle infezioni. Il fabbisogno giornaliero di vitamina D3 viene assicurato da una corretta e adeguata esposizione solare e quindi è fondamentale per i giovani passare parte del loro tempo libero all’aperto, magari praticando uno sport. La dieta gioca un ruolo trascurabile nella carenza di vitamina D: il latte e più in generale gli alimenti, anche se fortificati con vitamine, non sono sufficienti per la prevenzione dell’ipovitaminosi nel bambino e nell’adolescente. Si può ricorrere agli integratori, ma solo su indicazione del pediatra di famiglia, soprattutto per assicurare una posologia corretta.

Importanti anche le vitamine del complesso B

I pediatri della FIMP si sono occupati anche dei deficit legati alle vitamine del complesso B che hanno un ruolo importantissimo per compensare le carenze da diete di esclusione() dovute ad allergie o intolleranze alimentari, problemi in forte crescita, visto che interessano più dell’8 per cento dei bambini italiani e che i deficit alimentari sono più frequenti nei bambini che seguono diete di esclusione o sbilanciate. Questo vale anche per le famiglie che scelgono per sé e i propri figli uno stile alimentare a base vegetale, soprattutto se totalmente privo di proteine di origine animale. In questi casi l’utilizzo dell’integrazione con vitamine del complesso B e della vitamina B12 diventa obbligatorio. 

 

 
 
 

Lo sapevi che?

La vitamina D è  sintetizzata principalmente dalla cute attraverso l’esposizione ai raggi del sole, con un’efficienza elevatissima e proporzionale alle ore di esposizione: tenere per 3 ore al sole braccia, mani e volto produce la quantità di vitamina sufficiente per una settimana. 

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Salpingografia: a cosa serve?

10/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La salpingografia è l'esame che indaga sulle tube alllo scopo di verificare se siano aperte o no. Allo stesso tempo, grazie al mezzo di contrasto, durante l'indagine eventuali ostruzioni possono essere rimosse.   »

Incompleto accollamento delle decidue: cosa vuol dire?

05/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La decidua è l'endometrio durante la gravidanza, in cui l'embrione si annida. Al di sotto c'è chorion, che è il "guscio" che delimita la camera gestazionale entro cui c'è la membrana amniotica o amnios, che è come un sacchetto che racchiude feto e liquido amniotico. Viene definito "mancato accollamento"...  »

Bimbo di 19 mesi che cambia spesso umore

04/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Paola Rolando

Non è raro che verso i due anni il bambino inizi ad avere momenti di nervosismo, manifesti rabbia o ribellione, sia capriccioso: accogliere le sue emozioni negative, facendolo sentire compreso e protetto è il modo migliore per contenere le crisi e fargli recuperare in fretta serenità e allegria.   »

Si può concepire con un solo ovaio e una sola tuba controlaterale?

23/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se una tuba è efficiente è possibile che durante l'ovulazione, anche se a carico dell'ovaio controlaterale, si muova dalla sua sede abituale e si allunghi per captare l'ovocita.  »

Fai la tua domanda agli specialisti