Bambini bilingue: l’apprendimento è indipendente

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 19/06/2017 Aggiornato il 19/06/2017

I bambini bilingue possono imparare due lingue nello stesso tempo ma in modo indipendente. Ecco perché

Bambini bilingue: l’apprendimento è indipendente

Uno studio condotto da un gruppo di studiosi della Florida Atlantic University di Boca Raton, negli Usa, e pubblicato su Developmental Science, ha rivelato come l’apprendimento di due lingue nei bambini bilingue si verifica in modo indipendente, in quanto la capacità di parlare una lingua è diversa rispetto alla conoscenza dell’altra.

L’importanza dell’esposizione linguistica

Secondo i ricercatori infatti l’acquisizione del linguaggio dipende molto dalla qualità dell’esposizione linguistica dei bambini. Se i genitori dei bambini bilingue conoscono meglio una lingua rispetto all’altra, anche il figlio acquisirà un vocabolario più ricco e una maggiore conoscenza della grammatica di quella lingua piuttosto che dell’altra. Erika Hoff, direttrice dello studio, ha scoperto che sia nei bambini monolingue sia nei bambini bilingue il vocabolario e la grammatica di ciascuna lingua sono fortemente collegati. La differenza nei bambini che apprendono due lingue emerge dalla conoscenza della grammatica e del vocabolario di una lingua che non è correlata alla comprensione dell’altra lingua.

90 bambini sotto esame

Per giungere a queste conclusioni, gli studiosi hanno esaminato 90 bambini esposti sin da piccoli all’inglese e allo spagnolo, monitorando le loro capacità linguistiche ogni 6 mesi, dai 2 anni fino ai 4 anni. Dalla ricerca è emerso che la conoscenza delle due lingue non era correlata ma proseguiva in modo autonomo. Inoltre, si è scoperto che l’apprendimento di una lingua nei bambini era superiore rispetto a quello dell’altra in quanto era influenzato da un fattore esterno: i bambini bilingue, che ascoltavano il genitore inglese, tendevano a conoscere e a parlare meglio quella lingua piuttosto che lo spagnolo, o viceversa.

 

 

 

 

 

 

Lo sapevi che?

Fin da piccolissimi i bambini possiedono una predisposizione innata verso l’acquisizione del linguaggio e imparano velocemente una lingua senza alcuno sforzo. Questa capacità decresce dopo i 6 anni, fino ai 12 anni.

 

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo
14/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.   »

Fattore Rh negativo: l’immunoprofilassi anti-D va fatta in gravidanza?
11/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' più che opportuno che le donne con fattore Rh negativo che aspettano un bambino eseguano l'immunoprofilassi specifica già durante la gravidanza. L'iniezione (intramuscolare) dovrebbe essere effettuata da personale sanitario.  »

Vertigini a 13 anni: cosa può essere?
10/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

Le vertigini potrebbero essere espressione di un problema che riguarda l'orecchio interno: solo la visita otoneurologica può escluderlo o confermarlo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti