Boom di carie nei bambini: attenzione a dieta e igiene

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 02/01/2017 Aggiornato il 02/01/2017

A causa di una dieta troppo ricca di dolci e di una scarsa igiene orale, è boom di carie nei bambini. Ecco come invertire questa tendenza negativa

Boom di carie nei bambini: attenzione a dieta e igiene

I fattori che minacciano la salute di denti e bocca dovrebbero ormai essere conosciuti dai più. Eppure, ancora oggi molte persone commettono una serie di errori. Il risultato? È boom di carie nei bambini, ma non solo. Secondo gli ultimi dati, infatti, il 21% dei bimbi di quattro anni e il 43% dei ragazzi di 12 anni soffrono di carie.

Pochi vanno dal dentista

Responsabile numero uno del boom di carie nei bambini è la cattiva igiene orale. Sono ancora troppi i genitori che non insegnano ai figli le manovre per una corretta pulizia dei denti e che non li sottopongono alle normali visite di controllo. Stando a uno studio del Department of Ppaediatric and preventive dentistry dello Saveetha Dental College di Chennai (India), più della metà dei genitori intervistati non aveva provveduto a portare i propri figli, di età compresa fra i 3 e i 12 anni, al controllo annuale da un dentista. Di conseguenza, nei bambini si sono registrati numerosi casi di carie, placca e tartaro.

Le regole da seguire

“Sono tre i fattori responsabili della carie: le predisposizioni genetiche, l’igiene e l’alimentazione. Sul primo è impossibile intervenire per cui l’unica soluzione per invertire questa tendenza è proteggere la salute dentale dei nostri figli attraverso una costante educazione, sia alla corretta igiene dentale, sia con una scelta più ponderata e consapevole degli alimenti” ha confermato Jacopo Gualtieri, odontoiatra di Lucca, membro dell’Eao (European association for osseointegration). Per questo, mamma e papà devono insistere affinché i bambini imparino a lavare i denti fin da piccoli, dopo ogni pasto con dentifrici studiati appositamente per l’infanzia.

Meno zuccheri

Per quanto riguarda la dieta, è importane insegnare ai bambini a ridurre il consumo di alimenti e bevande ricchi di zucchero, rinunciando all’abitudine di gratificarli con caramelle e cioccolatini. Per contro, devono abituarli a mangiare cibi “anti-carie”, come verdure fibrose, acqua, latte, formaggi stagionati, frutta secca, o cariostatici, come verdure cotte e carne.

 

 

In breve

FIN DAI PRIMI MESI

Per evitare la comparsa della carie, è bene che i genitori curino l’igiene orale dei figli fin dai primi mesi. All’inizio, è sufficiente passare una garza inumidita sulle gengive, poi si può passare allo spazzolino da denti. In questo modo, i bambini prendono anche confidenza con le manovre di pulizia.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Non sento il bimbo muoversi: perché?

09/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Fino alla 23ma settimana di gravidanza può essere difficile sentire i movimenti del bambino, ma di qui a poco si riusciranno a percepire in modo inequivocabile.   »

HPV ad alto rischio oncogeno: come avviene il contagio?

03/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

La trasmissione del Papilloma virus responsabile del carcinoma della cervice avviene quasi esclusivamente per via sessuale.   »

Vaccinazione anti-rotavirus: la ricerca dice sì, senza alcun dubbio sì

27/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Gli ultimi studi compiuti in modo serio e rigoroso sulla vaccinazione antirotavirus hanno evidenziato che si tratta di uno strumento più che sicuro (e prezioso) per la salvaguardia della salute dei piccolini.  »

Fai la tua domanda agli specialisti