Diabete di tipo 1: lo screening precoce protegge i bambini?

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 22/02/2017 Aggiornato il 22/02/2017

Il test per valutare l’efficacia dello screening precoce del diabete di tipo 1 sui bambini sta dando i primi risultati

Diabete di tipo 1: lo screening precoce protegge i bambini?

Il diabete di tipo 1 è una malattia subdola perché spesso agisce nell’ombra, danneggiando l’organismo in modo silenzioso. Per questo, un gruppo di ricercatori tedeschi ha deciso di avviare uno studio per valutare l’efficacia di uno screening precoce, che promette di individuare i bambini malati prima della comparsa di conseguenze importanti. I primi risultati sono incoraggianti.

100mila bambini sotto i 5 anni

Il progetto, denominato “Fr1da”, è condotto dall’Institute of Diabetes Research dell’Helmholtz Zentrum di Monaco e complessivamente interesserà 100mila bambini di età compresa fra i due e i cinque anni. L’intento degli autori è sottoporre tutti i partecipanti a uno screening precoce per il diabete di tipo 1, attraverso la ricerca di una serie di biomarcatori specifici, che nell’80% dei bambini diabetici sono già presenti.

La diagnosi precoce limita i danni

Al momento, sono stati esaminati 36mila bambini e i dati raccolti sono stati pubblicati sulla rivista BMJ Open. Dei piccoli analizzati, 105 erano affetti da diabete di tipo 1, per un totale di circa quattro casi ogni 1.000. Ebbene, tutti stavano bene e nessuno di loro aveva manifestato problemi metabolici o di altro genere, a dimostrazione che una diagnosi precoce permette di individuare la malattia quando ancora non ha fatto danni. “L’obiettivo è una diagnosi precoce, quando il diabete non ha dato ancora sintomi. In questo modo si riduce il rischio di squilibri metabolici gravi, come la chetoacidosi, e di ricoveri in terapia intensiva: purtroppo tuttora un bimbo su tre alla diagnosi di diabete ha bisogno di terapie per la chetoacidosi” hanno confermato gli esperti.

Coinvolta tutta la famiglia

I bambini che ricevono una diagnosi di diabete di tipo 1 non vengono lasciati soli. Il progetto prevede, infatti, che vengano inseriti in un programma che comprende un corso di quattro ore, rivolto a tutta la famiglia, per imparare a conoscere la malattia, un sostegno psicologico e pratico e un preciso iter-terapeutico.

 

 

 
 
 

In breve

LA MALATTIA VA GESTITA CORRETTAMENTE

La diagnosi precoce di diabete di tipo 1 è essenziale per tutelare la salute del bambino. Ma è altrettanto fondamentale una corretta gestione della malattia. In Italia esistono centri di diabetologia di altissimo livello.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti