10 regole per prevenire il mal di schiena nei bambini

È allarme mal di schiena in bambini e ragazzi. La colpa è degli zainetti, ma anche delle troppe ore passate seduti. I consigli degli specialisti di Isico

10 regole per prevenire il mal di schiena nei bambini

La schiena dei piccoli è a rischio, a causa degli zaini pesanti, delle molte ore passate sui banchi di scuola e dell’utilizzo di tablet e pc. Il rischio non è, come molti genitori credono, quello di sviluppare una scoliosi, in quanto questa malattia ha cause genetiche, ma di soffrire di mal di schiena. Ne sono colpiti, secondo le statistiche, cinque o sei bambini su 10. E, secondo gli esperti di Isico (Istituto scientifico italiano colonna vertebrale), più di nove genitori su 10 si preoccupano della schiena dei loro figli.

Non sola colpa degli zaini

L’allarme mal di schiena non riguarda solo il peso degli zaini, ma anche la tendenza alla sedentarietà. Favorita, quest’ultima, dalle nuove tecnologie. Ma prevenire la comparsa di questo disturbo è possibile.

Il decalogo di Isico

– Verificare il peso dello zainetto: non deve superare il 10-15% di quello corporeo dei bambini, non deve essere troppo grande né troppo pesante.

– Indossare lo zaino appoggiandolo su un ripiano: non bisogna correre o fare sforzi quando lo si ha sulle spalle.

– Controllare che lo zaino abbia uno schienale imbottito ma rigido, spallacci morbidi, una maniglia e, se possibile, cinture addominali.

– Evitare di tenere la stessa posizione al banco per tempi troppo prolungati: rilassare le spalle, fare piccoli movimenti e alzarsi.

– Cambiare spesso ambiente e posizione mentre si studia o si fanno i compiti.

– Approfittare di tutte le occasioni di movimento: dall’intervallo all’ora di educazione fisica a scuola.

– Abbinare all’attività fisica scolastica un paio d’ore alla settimana di sport.

– Muoversi e sgranchire le gambe tra una lezione e l’altra.

– Appoggiare tablet e computer su un supporto che li tenga inclinati. Cambiare spesso posizione mentre li si utilizza.

– Non rimanere troppo a lungo in posizioni faticose per la schiena (poltrone molto basse o seduti a terra).

In breve

I CONTROLLI DEI GENITORI

Osservate il bambino: i fianchi devono essere simmetrici, le spalle, le scapole e i due lati del bacino devono essere alla stessa altezza. Fatelo piegare in avanti: la sporgenza del tronco ai lati della colonna vertebrale deve essere simmetrica. In caso di anomalie, rivolgersi a uno specialista.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Anti pneumococco e anti rotavirus: sono importanti?

E' una fortuna per i nostri bambini poter essere vaccinati contro malattie che potrebbero avere conseguenze gravissime. E il timore che fare più vaccinazioni insieme possa non essere opportuno è infondato, come lo è ritenere qualche vaccinazione meno utile di altre.  »

Ma cos’è l’autosvezzamento?

Il neologismo "autosvezzamento" è spesso fonte di fraintendimenti o, comunque, confonde le mamme che devono iniziare a proporre le prime pappe. In realtà è una pratica molto più semplice rispetto a quello che in genere si pensa (ma anche un po' utopistica).   »

Fai la tua domanda agli specialisti