Andare a cavallo favorisce lo sviluppo cognitivo nei bambini

I bambini che praticano l’equitazione hanno uno sviluppo cognitivo migliore: ecco perché andare a cavallo è un’attività consigliata

Andare a cavallo potrebbe favorire lo sviluppo cognitivo dei bambini. È quanto sostiene uno studio dell’Azabu University School of Veterinary Medicine di Sagamihara e della Tokyo University of Agriculture di Atsugi (Giappone). Le vibrazioni prodotte dall’andatura del cavallo sarebbero, infatti, in grado di provocare  l’attivazione del sistema nervoso simpatico, stimolando l’apprendimento, la memoria e la capacità di problem-solving.

Test su bambini di 10 anni

L’indagine è stata condotta sulle performance cognitive di 106 bambini di 10-12 anni, incaricati di risolvere alcuni quesiti aritmetici e di svolgere un test comportamentale: i ragazzini che avevano fatto la passeggiata a cavallo erano stati più bravi degli altri. Non sono emerse, invece, differenze nel modo in cui tutti i partecipanti hanno eseguito gli esercizi matematici. Questi risultati potrebbero essere dovuti al fatto che il test comportamentale, a differenza di quello aritmetico, provoca un aumento della frequenza cardiaca. I compiti previsti dal test Go/No-go potrebbero essere più difficili da svolgere rispetto ai problemi di aritmetica e provocare una maggiore attivazione del sistema nervoso simpatico.

Cosa succede in sella

Andare a cavallo produce accelerazioni tridimensionali. Il movimento del bacino del cavallo può provocare stimoli motori e sensoriali, per cui alcune delle differenze rilevate in questo studio tra le prestazioni dei bambini che sono andati a cavallo e quelle degli altri, potrebbero essere dovute a queste accelerazioni. In particolare, secondo gli scienziati nipponici, i miglioramenti ottenuti dai ragazzini che hanno praticato l’equitazione sarebbero dovuti alle vibrazioni prodotte dal movimento del cavallo, che avrebbero determinato l’attivazione del sistema nervoso simpatico. I ricercatori concludono, pertanto, che andare a cavallo potrebbe favorire lo sviluppo cognitivo dei bambini, favorendone l’apprendimento, le capacità mnemoniche e l’attitudine a risolvere i problemi.

 

 
 
 

In breve

TANTI VANTAGGI DELLO SPORT

Lo sport aumenta agilità, resistenza, forza e di conseguenza migliora l’autostima e il senso di benessere dei bambini, favorisce l’apprendimento e riduce l’ansia per la prestazione scolastica, favorisce la socializzazione e abitua al rispetto delle regole.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Sinechie delle piccole labbra: serve il cortisone?

Le pomate al cortisone non trovano specifica indicazione per le sinechie delle piccole labbra di una bambina. Una crema emolliente, che contrasti la secchezza delle mucose, se non ci sono sintomi né infezioni ricorrenti è più che sufficiente per controllare l'anomalia.   »

Influenza in gravidanza: è pericolosa?

Ci possono essere dei rischi, se l'influenza viene contratta nelle prime settimane di gravidanza, a causa della febbre. Nel secondo e nel terzo trimestre è improbabile che il bambino corra particolari pericoli. In generale, è sempre opportuno che una donna in attesa effettui la vaccinazione antiinfluenzale....  »

Massaggi anticellulite: si possono fare mentre si allatta?

I massaggi anticellulite possono essere effettuati tranquillamente durante l'allattamento, anche alla luce di una massima che tutte le neomamme dovrebbero fare propria: tutto quello che le fa sentire meglio si rifette positivamente sul bebè.   »

Fai la tua domanda agli specialisti