Animali domestici: aiutano lo sviluppo dei bimbi

Il rapporto tra i bambini e i loro animali domestici è speciale e aiuta i più piccoli a crescere meglio. Per loro, i cuccioli sono parte della famiglia, sullo stesso piano dei fratelli e a volta ancora di più

A indagare la complicità che si instaura tra bambini e animali domestici è uno studio dell’Università di Cambridge, da poco pubblicato sulla rivista Journal of Applied Developmental Psychology. I risultati mettono in chiaro una cosa: i bambini considerano gli animali domestici componenti della famiglia a tutti gli effetti. E li aiutano a crescere più sereni.

Un aiuto allo sviluppo

Lo studio ha preso in esame dodicenni provenienti da 77 famiglie, composte da più figli e con animali domestici. Come sottolinea Matthew Cassels, che ha diretto il team di studio, l’obiettivo era quello di valutare l’eventuale influenza dell’amico a quattro zampe sullo sviluppo del bambino, che si è vista positiva. Indagando questi rapporti, poi, è stato possibile confrontarli con quelli che i bambini intrattengono normalmente con gli altri membri della famiglia, con risultati sorprendenti.

Un rapporto senza pregiudizi

Le interviste ai 77 dodicenni hanno permesso di appurare come, per i bambini, la relazione con il loro animale domestico sia spesso più stretta di quella con i fratelli. Il rapporto con il proprio animale è infatti privo di conflittualità e restituisce un’elevata gratificazione, soprattutto quando l’animale domestico è un cane. Il fatto che gli animali non siano in grado di parlare può anche essere visto in modo positivo. A differenza di quello con i fratelli, infatti, il rapporto con il proprio animale è privo di giudizi e pregiudizi, a tutto favore della qualità della relazione stessa.

Migliora la qualità della vita

In definitiva, giocare con un cane, un gatto o un qualunque altro animale domestico restituisce serenità, tranquillità e permette di instaurare un forte legame affettivo. Da questa amicizia, i più piccoli possono essere sollecitati a sviluppare competenze sociali e migliorare il proprio benessere emotivo. In base al sesso del bambino lo studio non ha rivelato particolari differenze di soddisfazione nel rapporto. Una particolarità però c’è: sono le femmine a instaurare legami più stretti con il proprio animale domestico.

 

 

 
 
 

da ricordare!

 

Il rapporto tra bambini e animali domestici si rivela importante soprattutto quando i bambini si dimostrano particolarmente timidi e introversi.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Sinechie delle piccole labbra: serve il cortisone?

Le pomate al cortisone non trovano specifica indicazione per le sinechie delle piccole labbra di una bambina. Una crema emolliente, che contrasti la secchezza delle mucose, se non ci sono sintomi né infezioni ricorrenti è più che sufficiente per controllare l'anomalia.   »

Influenza in gravidanza: è pericolosa?

Ci possono essere dei rischi, se l'influenza viene contratta nelle prime settimane di gravidanza, a causa della febbre. Nel secondo e nel terzo trimestre è improbabile che il bambino corra particolari pericoli. In generale, è sempre opportuno che una donna in attesa effettui la vaccinazione antiinfluenzale....  »

Massaggi anticellulite: si possono fare mentre si allatta?

I massaggi anticellulite possono essere effettuati tranquillamente durante l'allattamento, anche alla luce di una massima che tutte le neomamme dovrebbero fare propria: tutto quello che le fa sentire meglio si rifette positivamente sul bebè.   »

Fai la tua domanda agli specialisti