Diabete: un sensore “flash” misura la glicemia

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 04/04/2016 Aggiornato il 04/04/2016

Il diabete colpisce sempre di più durante l’infanzia: ogni anno in Italia sono 20.000 i bambini sotto i 14 anni che devono convivere con questa malattia. La tecnologia viene in aiuto per dire stop alle punture

Diabete: un sensore “flash” misura la glicemia

Fino a oggi, ogni bambino colpito dal diabete deve convivere con la fastidiosa routine per misurare il livello di glucosio (zucchero) nel sangue. Infatti, per monitorare la glicemia (il valore della concentrazione di glucosio nel sangue), al fine di somministrare la corretta dose di insulina, i piccoli sono sottoposti a continue punture sui polpastrelli.

Basta iniezioni

Questa pratica ha creato da sempre delle resistenze, sia perché i bambini non desiderano essere punti con frequenza, sia perché le continue punture compromettono in parte la sensazione del tatto. Un nuovo sistema di monitoraggio “flash” potrebbe ora cambiare le cose: un sensore hi-tech, inserito direttamente nella parte posteriore del braccio, sarà in grado di rilevare i livelli di glucosio nel sangue. Questo dispositivo si è rivelato efficace per i bambini e gli adolescenti dai 4 ai 17 anni affetti da diabete. Tra le altre funzionalità, il sensore sarebbe in grado di misurare i valori sopra i vestiti e di registrare lo storico dei valori delle 8 ore precedenti. Il Freestyle Libre (così si chiama il dispositivo) è disponibile in Italia, Austria, Francia, Germania, Paesi Bassi, Svezia, Spagna e Regno Unito.

Una rivoluzione per i bambini

Afferma Emanuele Bosi, professore associato nel Dipartimento Endocrinologia e Diabetologia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano: “la tecnologia di questo nuovo dispositivo rivoluziona il modo in cui l’automonitoraggio è stato condotto per decenni, oltre a essere molto accurato e stabile”. Il sensore, infatti, rimane attivo per 14 giorni, senza utilizzare la consueta puntura per verificare l’esito della misurazione. Per quanto riguarda la valutazione dell’affidabilità, la sperimentazione clinica ha confermato l’accuratezza del sensore nella misurazione dei livelli di glucosio, oltre all’apprezzamento del 97% dei partecipanti, rispetto al vecchio sistema delle punture.

 

 

 
 
 

lo sapevi che?

In Sicilia ogni anno circa 30 bambini ogni 100.000 scoprono di avere il diabete, contro la media nazionale che si assesta sui 6-8 casi l’anno.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti