Energy drink: berne troppi fa male ai bambini

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 10/06/2013 Aggiornato il 10/06/2013

Un consumo eccessivo di energy drink fa male. Lo dicono gli esperti che invitano i genitori a non sottovalutare eventuali segnali 

Energy drink: berne troppi fa male ai bambini

I nostri bambini hanno un consumo eccessivo di energy drink, ovvero bevande energiche. È quanto è emerso da una recente indagine condotta dall’Efsa (l’Agenzia europea per la sicurezza alimentare) che ha scoperto che: il 68% dei teenager tra i 10 e i 18 anni consuma energy drink e per il 12% di questi il consumo è cronico ed elevato; il 18% dei bambini tra i 3 e i 10 anni consuma energy drink con un consumo cronico ed elevato per il 16% di questi; il 41% dei consumatori adolescenti consuma bevande energetiche durante l’attività sportive. Non solo, lo studio ha anche rivelato che il contributo delle bevande energiche all’esposizione totale alla caffeina è di circa l’8% nei consumatori adulti, del 13% negli adolescenti e del 43% nei bambini. Questi dati spingono a riflettere sull’importanza di limitare il consumo di energy drink da parte dei bambini.

Meglio bere acqua

 

I pediatri della Fimp (Federazione italiana medici pediatri) spiegano che è importante che i bambini bevano per lo più acqua, indispensabile per mantenere una corretta idratazione. Spesso invece bevono troppi succhi di frutta, ricchissimi di zuccheri e di ben poca frutta, e troppi energy drink, a base di caffeina. 

 

Hanno effetti collaterali

 

Gli esperti sono preoccupati soprattutto perché queste bevande contengono una buona dose di caffeina (una lattina può contenerne tra i 50 e i 500 mg, una dose eccessiva per un adolescente, figuriamoci per un bambino) e di taurina, sostanza che può essere responsabile di ipertensione, tachicardia, ipotermia, ma anche insonnia, nervosismo, emicrania e convulsioni. “Il fenomeno non deve essere sottovalutato – spiega Piercarlo Salari, pediatra consultoriale a Milano e membro Sipps (Società di pediatria poreventiva e sociale) -. Quindi è importante che i genitori sappiano cogliere nei propri figli alcuni segnali premonitori, come difficoltà di concentrazione, alterazioni del tono dell’umore e tendenza all’isolamento”.

 

In breve

GLI SPORT DRINK SONO DIVERSI

Gli energy drink contengono sali minerali, carboidrati, proteine, aminoacidi, vitamine, sodio e anche stimolanti, come la caffeina e il guaranà. Gli sport drink, invece, sono bevande aromatizzate che spesso contengono carboidrati, minerali, elettroliti come sodio, potassio, calcio e magnesio, e a volte vitamine o altri nutrienti e hanno lo scopo di reidratare e dissetare dopo l’attività sportiva. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti