Lo sport fa bene ai bambini anche a scuola

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 11/11/2013 Aggiornato il 11/11/2013

Lo sport nei bambini è importante non solo dal punto di vista fisico. Quelli più dinamici vanno meglio anche a scuola

Lo sport fa bene ai bambini anche a scuola

In tempi di crisi le famiglie tagliano anche sullo sport. Con serie ripercussioni sulla salute dei figli…. e sulla pagella a scuola. L’Organizzazione mondiale della sanità ha più volte sottolineato come lo sport nei bambini contribuisca allo sviluppo di ossa, legamenti, cuore, polmoni e sistema endocrino-metabolico. Favorisce la coordinazione, l’armonia e il controllo dei movimenti e il mantenimento del peso ideale. Comporta migliore mobilità articolare, tonicità muscolare e corretta postura.

Tanti benefici e non solo per il fisico

E non è tutto. I bambini “sportivi” dimostrano maggiore fiducia in se stessi, autostima, facilità nei rapporti sociali, sopportazione dello stress. Muoversi avrebbe anche un effetto protettivo nei confronti del rischio di ansia e depressione. Non sono trascurabili neppure gli effetti “indiretti”, come quelli in ambito scolastico. Ricercatori americani dell’università dell’Illinois hanno dimostrato, infatti, i benefici dello sport anche a scuola, sulle performance scolastiche dei bambini, soprattutto nelle materie più complesse e impegnative.

Conferme dallo studio americano

Gli studiosi hanno reclutato un gruppo di bambini di 9 e 10 anni di una scuola locale, testando la loro forma fisica sul tappeto scorrevole e confrontando poi i risultati con le loro abilità di memoria. I risultati? Negli esercizi più impegnativi, i bambini migliori sono risultati essere quelli fisicamente più in forma. Un motivo in più per iscriverli a calcio o a danza. Secondo il Ministero della salute, dai 5 anni in poi, i bambini andrebbero avvicinati allo sport, scegliendo quello più adatto con l’aiuto del pediatra.

Attenzione alla scelta

Le attività che si possono consigliare, per prevenire o correggere atteggiamenti viziati o anomali della postura come spalle spioventi, lieve scoliosi, dorso curvo, piede piatto, sono: nuoto, pallacanestro, pallavolo e ginnastica. È importante però che il genitore, nella scelta, tenga presente l’indole del piccolo, i suoi gusti e le sue potenzialità. Mamma e papà devono avere la capacità di orientare il bambino tra le discipline più affini alle sue caratteristiche caratteriali e fisiche. Il primo passo può essere quello di fargli provare più attività, così da individuare le sue preferenze.

In breve

NON MENO DI UN’ORA AL GIORNO

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, bambini e ragazzi tra i 5 e i 17 anni dovrebbero accumulare almeno 60 minuti di attività fisica al giorno, di intensità da moderata a elevata.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Escursione a 1650 metri: si può portare un bambino?

13/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un bimbo di tre anni può avere problemi di adattamento se viene portato ad altitudini superiori ai 2500-3000 metri.  »

Il Sars-CoV-2 può rendere sterile il mio bambino?

13/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Che l'infezione causata dal nuovo coronavirus possa provocare infertilità maschile è solo un'ipotesi non dimostrata.   »

A due anni perché non parla ancora?

12/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Daniela Biatta

Fino ai tre anni di età, una volta esclusi deficit di qualsiasi natura, si può ipotizzare la non grave condizione di "parlatore tardivo"  »

Fai la tua domanda agli specialisti