Mal di schiena: colpa di zaini e smartphone

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 22/02/2016 Aggiornato il 22/02/2016

Il mal di schiena in bambini e teenager è in preoccupante aumento. La causa? Zaini pesanti ma anche l'uso continuo dello smartphone

Mal di schiena: colpa di zaini e smartphone

Il mal di schiena di bambini e adolescenti è in costante aumento e, con esso, i pericoli di deviazioni del tratto cervicale come dell’intera colonna vertebrale. Le cause sono più di una e, insieme, concorrono all’emergenza.

Colpito un adolescente su tre

A lanciare l’allarme è stata l’Accademia dei chirurghi ortopedici americani. Secondo uno studio recente, infatti, un adolescente su tre soffre di mal di schiena. Per quanto riguarda il mal di schiena di bambini e teenager, però, non sempre la causa risulta visibile attraverso gli esami diagnostici. Per quelle problematiche rilevate con radiografie e altri screening, è più facile trovare una soluzione e impostare la terapia adatta (sport, fisioterapia). Ma sono ancora troppi i casi in cui non si evidenzia nettamente l’episodio doloroso.

Un problema muscolare

Quando le lastre non riescono a individuare la causa del dolore, probabilmente si tratta di un affaticamento muscolare. I muscoli in tensione, a causa di una postura errata, vanno infatti a comprimere nervi e articolazioni. Causando, appunto, dolore. Tra i danni diagnosticabili si ritrovano: frattura da stress nella parte bassa della schiena, spostamento in avanti della porzione inferiore della colonna vertebrale, lesioni per sovrallenamento, ernia del disco e infezioni.

Posture scorrette

Le cause che sottendono queste problematiche sono da ricercarsi nelle posture scorrette mantenute a lungo. E ciò accade, per esempio, quando bambini e adolescenti sono costretti a trasportare zaini pesantissimi. Al punto che anche un adulto faticherebbe a tenerli sulle spalle.  Altre cause possono essere allenamenti sportivi troppo ravvicinati o troppo intensi. Da non sottovalutare, infine,  la postura forzata causata dall’utilizzo continuo dello smartphone per chattare e mandare messaggini.

 

 
 
 

In breve

MENO TELEFONINI, PIU’ MOVIMENTO

Bambini e adolescenti usano lo smartphone in maniera compulsiva. Inviando messaggi in continuazione, si mantiene, infatti, il collo piegato in maniera innaturale, andando a danneggiare così la postura e la colonna vertebrale

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Quinta malattia: sono incinta e forse sono stata contagiata: che fare?

20/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Fabrizio Pregliasco

Nel caso in cui vi sia il dubbio di essere state contagiate dal parvovirus B19, è opportuno effettuare il test per la ricerca degli anticorpi specifici. Questa analisi dle sangue permette di capire se si è state colpite o no dall'infezione.   »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti