Obesità: si combatte con il giardinaggio

I bambini che fanno giardinaggio a scuola o a casa hanno maggiori probabilità di perdere peso e combattere l’obesità. Ecco perché

Obesità: si combatte con il giardinaggio

L’obesità infantile è sempre più diffusa. Ecco perché gli esperti studiano continuamente nuove strategie per arginare il fenomeno e migliorare la situazione. Fra queste, una delle più innovative è emersa da uno studio condotto da un team di ricercatori statunitensi, pubblicato sul Journal of Nutrition Education and Behavior: fare giardinaggio a scuola.

Uno studio su oltre 400 bambini

La ricerca ha riguardato 409 bambini di 9/10 anni, di quattro scuole della California. Tutti sono stati sottoposti a una serie di misurazioni e indagini, allo scopo di valutare il loro stato di salute e in particolare il loro peso. Si è scoperto così che alcuni di loro erano affetti da sovrappeso e altri da vera e propria obesità. In un secondo momento 230 alunni sono stati invitati a partecipare a un programma speciale, che prevedeva delle sorte di lezioni di giardinaggio a scuola. In pratica, per un anno si sono dovuti prendere cura di piante e fiori. Inoltre hanno dovuto coltivare e raccogliere verdure, che sono state utilizzate poi per preparare i pasti in mensa. Lo scopo era capire se dedicarsi alla cura di un orto possa aiutare i bambini ad acquistare abitudini più sane e a perder peso.

Fare l’orto aiuta a perdere peso

L’analisi dei risultati ha confermato che fare giardinaggio è benefico per i bambini affetti da obesità. Si è visto, infatti, che gli alunni che si erano dedicati alla coltivazione erano riusciti a perdere più peso rispetto a quelli che non avevano seguito questa attività. In questo gruppo, la percentuale di ragazzini obesi o in sovrappeso è passata dal 55,6% al 37,8%.

Questione di educazione

Gli autori hanno spiegato che i probabilmente i ragazzi, insieme alla cura di piante e fiori, hanno imparato ad avere abitudini più sane. Fare giardinaggio a scuola è servito per migliorare l’educazione in campo alimentare e non solo. Dedicandosi all’orto e al giardino gli alunni hanno capito l’importanza di mangiare in modo corretto, privilegiando le verdure e metodi di cottura salutari.

 
 
 

Da sapere

ANCHE A CASA

Il giardinaggio può essere fatto anche a casa, nel balcone domestico. Questo studio ha confermato che per combattere l’obesità sono molto utili tutte le iniziative che coinvolgono attivamente i bambini, facendoli sentire protagonisti e aiutandoli a sviluppare una nuova cultura alimentare.

 

 
Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

Dubbi sulle date delle vaccinazioni

Le date che vengono indicate per vaccinare i bambini sono approvate dalla Comunità scientifica pediatrica, quindi non di deve temere di rispettarle.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti