Primogeniti: miopi perché più studiosi

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 01/12/2015 Aggiornato il 01/12/2015

Primogeniti sotto pressione con lo studio per le alte aspettative dei genitori. Tra loro, però, anche maggiori casi di miopia

Primogeniti: miopi perché più studiosi

I primogeniti sono i figli che, solitamente, raccolgono tutte le aspettative e le speranze dei genitori riguardo a studio e comportamento. In generale, sembrerebbe che i primogeniti siano più intelligenti, ma soprattutto coscienziosi e, dunque, maggiormente dediti allo studio. Tutto ciò porterebbe, però, a un incremento dei casi di miopia. In numeri, i primogeniti hanno il 10% di possibilità in più di essere miopi.

10% di rischio in più

Una recente ricerca, pubblicata su Jama Ophtalmology, ha indagato su 500 mila adulti.  Questo campione è stato monitorato per varie patologie, dal tumore all’artrite. Tra chi soffriva di disturbi oculari, tra cui i miopi e presbiti, la maggior parte erano primogeniti. Ma non solo i primogeniti hanno il 10% di probabilità in più di soffrire di miopia rispetto ai fratelli minori, c’è anche un 20% in più di rischio che questo difetto sia grave.  E che la miopia risulti invalidante al punto da ricorrere a un intervento chirurgico per diminuirla.

Troppo studio

Pare, poi, che il maggior responsabile di questi livelli di miopia tra primogeniti, sia proprio lo studio.  I primogeniti tendono, infatti, a completare meglio e prima il corso di studi scelto, leggono e scrivono di più, chini su libri e quaderni rispetto ai fratelli più piccoli, più dediti ad attività di socializzazione e sportive. Tutto questo senso di responsabilità (e di colpa)  è strettamente correlato alle aspettative più elevate dei genitori, che si attendono voti migliori e un roseo futuro lavorativo soprattutto dai primogeniti. Anche se non verbalizzato, questo carico emotivo incide sulla salute psicofisica dei primi figli.

 

 

 
 
 

da sapere!

Per arginare questa tendenza alla miopia tra i primogeniti, è sufficiente che si alternino le ore trascorse sui libri ai momenti all’aria aperta.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco amniocoriale: tanti dubbi dopo la diagnosi.

23/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il distacco tra le due strutture che costituiscono la placenta, il sacco amniotico e il sacco coriale ("guscio" della camera gestazionale), non coincide con il distacco della placenta, molto più grave.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti