Sempre più bambini con il diabete (di tipo I)

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 31/12/2013 Aggiornato il 31/12/2013

Il diabete di tipo 1 è una malattia complessa che solo se ben controllata permette una vita normale. Messo a punto un nuovo sistema di cura

Sempre più bambini con il diabete (di tipo I)

Crescono i casi di diabete di tipo 1 tra i bambini: solo nel nostro Paese il numero di piccoli pazienti è, infatti, aumentato di dieci volte negli ultimi 30 anni rispetto alle tre volte degli adulti. Per loro è stato messo a punto un sistema di infusione ad ansa chiusa con rilevatore wireless di glicemia che permette di controllare gli episodi di ipoglicemia notturna, permettendo in futuro di liberare i bambini diabetici dalla terapia con iniezioni. Contro il diabete questo sistema ha mostrato la sua efficacia e sicurezza anche tra i bambini, così come è riportato in uno studio pubblicato sulla rivista scientifica New England Journal of Medicine.

Una cura innovativa

Questo nuovo approccio permette di controllare gli episodi di ipoglicemia notturna e consentirà in futuro, grazie all’utilizzo 24 ore su 24, di liberare i bambini con diabete dalle iniezioni di insulina. “In Italia la diffusione del sistema di infusione ad ansa chiusa potrebbe rappresentare per i 12 mila piccoli pazienti affetti di diabete di tipo 1 la svolta terapeutica – spiega Francesco Chiarelli, direttore della Clinica pediatrica dell’Università di Chieti e presidente della Società europea di endocrinologia pediatrica – nonché un netto miglioramento nella qualità di vita e il 90% dei genitori intervistati nell’ambito della ricerca ha dichiarato che si sentirebbe più sicuro applicando questo sistema durante la notte”.

In Italia c’è un buon livello di assistenza

Il diabete di tipo 1 è una malattia complessa che solo se ben controllata permette una vita normale. È necessario un alto livello di collaborazione da parte della famiglia e del bambino dato che il “gold standard” di terapia prevede misurazioni costanti e 4 infusioni di insulina al giorno. In Italia il sistema sanitario nazionale garantisce un’assistenza di buon livello: secondo un’indagine europea pubblicata sulla rivista Diabetes Care, per qualità delle cure siamo davanti alla Gran Bretagna.

 

In breve

I NUMERI DELLA MALATTIA

A livello regionale il picco dei casi di diabete tra i bambini si è registrato in Sardegna (35-40 casi ogni 100mila bambini all’anno), seguita da Liguria e Lombardia (con 10-15 casi ogni 100mila bambini all’anno), mentre Campania, Abruzzo e Molise si assestano su una media di 6 casi ogni 100mila bambini. In Europa, invece, il primato negativo è della Finlandia con una media di 60-80 casi ogni 100mila bambini all’anno.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Si può dare l’acqua ai piccolissimi?

22/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Ad allattamento ben avviato, quindi più o meno dopo le prime settimane di vita, se ragionevolmente si ritiene che il bebè possa avere sete (o se si notano segni di disidratazione, come il pannolino asciutto per molte ore) gli si possono offrire piccole quantità d'acqua. Se fa numerose poppate nell'arco...  »

Coppia con bisnonni in comune: ci sono rischi per i figli?

22/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Il grado di parentela dovuto a bisnonni in comune non aumenta la probabilità di concepire figli con malattie ereditarie. A meno che vi siano persone malate o disabili tra i consanguinei in comune,   »

Dopo 4 maschietti arriverà la bambina?

16/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è assolutamente detto che dopo quattro figli maschi il quinto sarà una femminuccia perchè a ogni gravidanza si ripresentano le stesse probabilità di aver concepito un maschio o una bambina.   »

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti