Bibite zuccherate = più bimbi obesi

Silvia Camarda A cura di Silvia Camarda Pubblicato il 08/05/2019 Aggiornato il 13/05/2019

Lo si intuiva ma ora c'è anche la prova scientifica: l'abuso di bibite zuccherate nei bambini porta a sovrappeso e obesità. Ecco le cause

Bibite zuccherate =  più bimbi obesi

Esiste un’associazione tra l’insorgenza di sovrappeso e obesità e il consumo di bibite zuccherate, soprattutto in età evolutiva. C’erano già diversi studi in passato che avevano dimostrato che le bibite zuccherate aumentano il rischio di obesità e sovrappeso. Recentemente, però, è stata effettuata “Obesity Facts”, una meta analisi su 30 studi, che ha rimarcato questo rischio soprattutto per i più giovani. I risultati della ricerca sono stati poi pubblicati sulla rivista dell’Associazione Europea per lo studio dell’obesità. In particolare, 20 studi su 30 hanno verificato il legame esistente tra bibite zuccherate e l’obesità nei bambini, mentre 10 hanno preso in considerazione gli adulti. Allo studio hanno partecipato diversi centri di ricerca europei, tra cui l’Istituto speciale di cardiologia preventiva e nutrizione di Salisburgo, gli ospedali universitari di Ginevra e l’Università di Navarra.

Lo studio su 250.000 tra grandi e piccoli

I partecipanti all’esperimento provenivano da diversi Paesi del mondo: p il 33% dall’Europa, il 23% dagli Usa, il 17% dall’America centrale e meridionale, il 7% dall’Australia e il 10% da Sudafrica, Iran, Thailandia e Giappone. Tutti gli studi, tranne uno, hanno dimostrato un legame positivo tra l’insorgenza di sovrappeso e obesità e il consumo di bevande zuccherate.

Serve una politica preventiva

Alla luce dei risultati raggiunti, i ricercatori sono convinti che sia necessario che le politiche di sanità pubblica debbano mirare alla riduzione del consumo di bibite zuccherate e gassate e sostenere alternative più sane come l’acqua.

La situazione in Italia

Nel nostro Paese, per esempio, la Sip (Società italiana di pediatria) insieme alla Sipps (Società di pediatria preventiva e sociale) e al ministero della Salute hanno sviluppato un decalogo anti-obesità da seguire almeno fino ai sei anni di età: solo acqua, evitando succhi di frutta, tè deteinati e tisane zuccherate.

Calorie vuote

Tutte le bevande gassate, i succhi di frutta, il tè deteinato e le tisane zuccherate, non solo non dissetano, ma apportano molte calorie definite “vuote”, cioè inutili, perché è nullo l’apporto di elementi nutritivi utili alla salute.

Da sapere!

Una lattina di aranciata o di cola da 330 ml contiene circa 35 grammi di zuccheri (corrispondenti a 7 zollette di zucchero) e apporta circa 130 calorie.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Ovulazione: può verificarsi anche se si prende la pillola?

31/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono casi in cui, nonostante l'assunzione del contraccettivo orale, la donna continua a essere fertile: accade, per esempio, se è in sovrappeso.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti