Dieta vegana: attenzione ai bambini

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 01/08/2016 Aggiornato il 01/08/2016

Il rischio maggiore della dieta vegana è connesso alla carenza di vitamina B12 che si trova in carne, pesce, uova e latte, indispensabile per lo sviluppo del sistema nervoso. Pericoli soprattutto per i bambini

Dieta vegana: attenzione ai bambini

Dieta vegana anche per i bambini piccoli: i pediatri chiedono di fare attenzione e di non prendere la questione alla leggera: negli ultimi mesi nel nostro Paese sono, infatti, stati registrati alcuni casi di ricovero in ospedale di bambini a causa di una grave carenza di vitamina B12, presente solo in carne, uova, pesce e latte. In alcuni casi il ricovero avrebbe riguardato neonati, allattati da madri che seguivano una dieta vegana. I pediatri spiegano che sottoporre i bambini piccoli a questo tipo di dieta può comportare degli squilibri dal punto di vista nutrizionale, che possono portare a importanti problemi di salute.

Carenza di vitamina B12

Uno dei problemi principali connessi ala dieta vegana è il rischio, tanto per gli adulti quanto per i bambini, di andare incontro a una carenza di vitamina B12, presente in carne, pesce, uova e latte, indispensabile per un corretto sviluppo del cervello e del sistema nervoso. Alessandro Ventura, direttore della pediatria all’università e all’ospedale Burlo Garofolo di Trieste, conferma: “nell’ultimo anno ho visto tre casi di lattanti ricoverati per carenza di vitamina B12. Le madri che li nutrivano al seno mangiavano vegano. Non mi era mai successo in oltre 40 anni di carriera”.

Il ruolo degli integratori

L’alimentazione dei bambini è un argomento piuttosto complesso. Come spiega Antonella Lezo, dietista presso l’ospedale Regina Margherita di Torino, “con i supplementi di vitamina B12 è teoricamente possibile far seguire ai bambini una dieta vegana, anche se, comunque, non è un’impresa facile. Da piccoli, il fabbisogno di nutrienti è come un puzzle composto da pezzetti piccolissimi”.

Per diventare vegani c’è tempo

I bambini, per avere uno sviluppo psico-fisico ottimale, dovrebbero mangiare un po’ di tutto. Susanna Esposito, direttrice della pediatria al Policlinico e professoressa all’Università di Milano, spiega che, relativamente a bambini alimentati seguendo una dieta vegana, “una volta all’anno registriamo un caso grave. Se si vuole rinunciare alla carne, almeno bisogna convincere i genitori a introdurre uova e latte”.

 

 

In breve

SOLO ALIMENTI DI ORIGINE VEGETALE

L’alimentazione vegana prevede di non consumare tutti gli alimenti di origine animale e quindi carne, pesce, uova, latte e tutti i derivati del latte.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Prevenire tosse e raffreddore si può?
21/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

Nei primi anni di vita le infezioni respiratorie, come tosse e raffreddore, sono lo scotto da pagare alla socializzazione.   »

Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo
14/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.   »

Fattore Rh negativo: l’immunoprofilassi anti-D va fatta in gravidanza?
11/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' più che opportuno che le donne con fattore Rh negativo che aspettano un bambino eseguano l'immunoprofilassi specifica già durante la gravidanza. L'iniezione (intramuscolare) dovrebbe essere effettuata da personale sanitario.  »

Fai la tua domanda agli specialisti