Due ricette vegetariane per i bambini che odiano le verdure

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 01/06/2016 Aggiornato il 01/07/2016

Ammettiamolo, neanche alla maggior parte di noi le verdure piacevano quando eravamo piccoli. E quando i nostri genitori ci obbligavano a mangiarle, tra pianti e bronci, il risultato che ottenevano era sempre l'opposto di quello sperato.

Schiacciatine vegetariane

Far mangiare le verdure ai nostri figli è sempre un terno a lotto. Prima di arrabbiarci e di urlare contro i nostri figli, però, sarebbe il caso di contare fino a dieci. O di proporre qualcosa di veramente appetibile.

I bimbi spesso sono i più difficili, a volte perché schizzinosi, altre perché capricciosi – dichiara Tina Vannini, titolare de Il Margutta Vegetarian Food & Art, famoso vegetariano di Roma – e la maggior parte delle volte  per abitudini alimentari errate. Si è sempre notata una particolare avversione per le verdure ma è importante preparargliele in modo divertente e giocoso oltre che gustoso“.

I consigli per i genitori sono di moderare le porzioni, meglio piccoli assaggi che un no categorico. Ma anche quello di riempire il piatto di colore e di creatività, giocando con forme e sapori. Attenzione anche alla modalità di cotture: meglio le verdure fresche a quelle lesse. E, soprattutto, date sempre il buon esempio: se dite ai bambini che devono mangiare tutto, non potete fare gli schizzinosi. E se è stato confermato che i bimbi sono maggiormente attratti dai cibi grassi e dolci, adeguatevi!

Ai nostri piccoli clienti – suggerisce Tina Vannini – proponiamo sicuramente tanti piatti a base di patate, giochiamo con i ceci e facciamo il verso alla cotoletta con patatine fritte usando il seitan, un mini cheeseburger con hamburger di ceci e chip di tuberi che loro amano in quanto somigliano alle patatine tanto amate, polpettine di broccoli e mandorle, crespelline di pomodoro e mozzarella con forme giocose. Piatti di questi tipo hanno il giusto apporto nutritivo di carboidrati, proteine e vitamine, requisiti molto importanti per una il corretto sviluppo dei nostri bambini“.

Gli chef de Il Margutta Vegetarian Food & Art vi propongono due ricette per arricchire di sapori e di colori i piatti di verdure per i vostri bambini. Magari è la volta buona che riuscirete a farla franca…

 

Schiacciatine di broccoletti, noci e uvetta con tortino di quinoa e caponatina leggera con emulsione di basilico

Ingredienti: broccolo romano 150 gr, broccoletto a foglia pulito 150 gr, quinoa 35 gr, melanzane 20 gr, zucchina 20 gr, peperoni rossi 20 gr, spicchio d’aglio 1 pz, basilico 5 gr, uva passa 10 gr, noci 10 gr, pane grattugiato 100 gr, olio evo 20 gr, sale fino qb, olio per friggere, aceto di vino bianco 10 cl.

Svolgimento: Mondare il basilico e sbollentare per 30 secondi in acqua bollente, quindi raffreddarlo in acqua ghiacciata e strizzarlo. Con un frullatore ad immersione frullare le foglie di basilico con un grammo di xantana, acqua fredda qb e 5 gr di olio evo fino ad ottenere una consistenza cremosa ed omogenea. Tenere da parte fino all’impiattamento. In acqua bollente salata cuocere la quinoa, precedentemente sciacquata sotto l’acqua corrente fino alla cottura al dente.

Mondare il broccolo romano a tagliarlo a cimette, cuocere in abbondante acqua salata fino a che non risulteranno morbidi e cedevoli. A parte mondare i broccoletti a foglia, lavarli in abbondante acqua fredda e stufarli in una padella con 10 gr di olio evo, mezzo spicchio di aglio e peperoncino qb, coprire con un coperchio, aggiustare di sale e proseguire la cottura fino a che risultano morbide.

Tagliare le melanzane, le zucchine e il peperone a brunoise, in una padella con 10 gr di olio d’oliva il restante ½ spicchio di aglio e sfumare con un cucchiaino di aceto di vino bianco. In una boule schiacciare accuratamente con una forchetta il broccolo romano lessato, aggiungere i broccoletti in foglia tritati finemente, la restate uva passa e le noci tritate finemente; formare delle crocchette di 150 gr circa e compattarle tra le mani; passarle delicatamente nel pan grattato e schiacciare per farlo aderire. In abbondante olio per frittura ben caldo friggere fino alla doratura le crocchette panate, scolare su carta assorbente e aggiustare con il sale fino. In una padella con il restante olio d’oliva saltare la quinoa con il rimanente broccolo romano finemente tritato al coltello

Impiattamento: su un piatto piano disegnare con la salsa di basilico piccoli pois distanziati irregolarmente e di grandezza irregolare. In un coppa pasta diametro 8 cm, coppare la quinoa premendo leggermente e sormontarla con la caponata. Decorare con una foglia di basiico. Al lato del tortino disporre le 2 crocchette di broccoli.

 

Farfalle bio allo stracotto di pomodoro con crema di bufala

Ingredienti: 150 gr pachino, sale e pepe qb, olio qb, ½ cipolla rossa, 2 uova intere, 21 gr bufala, 10 gr panna fresca, scorza di limone qb, 10 gr pane, 5 gr basilico. Per le fettuccine (3 pax): 200 gr semola rimacinata, 2 uova.

Svolgimento: tagliare a julienne la cipolla e infornarla con i pachino a metà a 150° per n’ora conditi con olio sale e pepe. Quando cotti raffreddare e frullare il tutto. Frullare la panna con la bufala e tenere da parte. Per le fettuccine: creare una fontana di farina disporne al centro le uova e impastare tutti. Lasciar riposare in frigo  e poi stendere una sfoglia spessa 3 mm. Creare delle fettuccine  di misura classica. Per il pane al basilico: strofinare il basilico sul pane e infornare fino alla tostatura. Sbriciolare. È possibile anche frullare il pane tostato con il basilico. Friggere una fogliolina di basilico intera in olio bollente, asciugare tenere da parte per l’impiattamento.

Impiattamento: creare una base con la crema di bufala a specchio su di un piatto piano. Adagiare sopra a nido le fettuccine e spolverare con il pane al basilico sopra e intorno. Decorare con la foglia di basilico fritta.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Prevenire tosse e raffreddore si può?
21/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

Nei primi anni di vita le infezioni respiratorie, come tosse e raffreddore, sono lo scotto da pagare alla socializzazione.   »

Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo
14/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.   »

Fattore Rh negativo: l’immunoprofilassi anti-D va fatta in gravidanza?
11/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' più che opportuno che le donne con fattore Rh negativo che aspettano un bambino eseguano l'immunoprofilassi specifica già durante la gravidanza. L'iniezione (intramuscolare) dovrebbe essere effettuata da personale sanitario.  »

Fai la tua domanda agli specialisti