È arrivato lo zuccherometro

Metella Ronconi A cura di Metella Ronconi Pubblicato il 21/12/2020 Aggiornato il 21/12/2020

Durante le festività è bene fare attenzione alla quantità di dolci mangiati dai più piccoli: lo zuccherometro è stato studiato per facilitare il compito ai genitori

È arrivato lo zuccherometro

Inevitabilmente durante le feste di Natale aumenta il consumo di dolci e quindi di zucchero, che è già spesso eccessivamente presente nell’alimentazione di bambini e adolescenti. Per aiutare i genitori è stato realizzato lo zuccherometro, un tool che consente di calcolare lo zucchero che si consuma ogni giorno rispetto a quello che si dovrebbe assumere, anche se si è in crescita, proponendo delle alternative più sane.

Uno strumento pratico

Lo Zuccherometro (calcolatore quotidiano di zucchero), è stato realizzato dai nutrizionisti del servizio Educazione Nutrizionale Grana Padano e lo si trova sul sito Educazione nutrizonale Grana Padano.

Si tratta di uno strumento molto facile da usare: basta cliccare sui cibi, indicarne la quantità e si ottiene la somma degli zuccheri semplici consumati in una giornata, tenendo conto sia di quelli naturalmente presenti nell’alimento, sia di quelli aggiunti durante le lavorazioni dei prodotti da forno, gelati, creme e così via, come saccarosio e fruttosio. Ottenuto il dato (in cucchiaini, per cui intuitivo), il programma lo confronta con la quantità di zucchero che invece si dovrebbe assumere secondo i LARN (Livelli di Assunzione di Riferimento per la Popolazione Italiana stilati dalla SINU Società Italiana di Nutrizione Umana). La dose è pari al 15 per cento del totale delle calorie giornaliere, superando il 25 per cento si rischiano conseguenze negative per la salute.

Attenzione che spesso è nascosto

Lo zucchero è spesso presente anche dove non ci si aspetterebbe, per esempio nelle panature, nei prodotti da forno, nei condimenti. Il consumo di zuccheri secondo i Larn andrebbe limitato a quantità inferiori al 15% dell’energia introdotta giornalmente, quindi un bambino maschio di 8 anni dovrebbe mediamente consumare non più di 7-8 cucchiaini di zucchero in un giorno, compreso quello naturalmente contenuto nell’alimento. Un apporto di zuccheri maggiore del 25% dell’energia giornaliera totale va evitato, specie in Italia dove si registra un numero significativo di ragazzi sovrappeso e obesi.

 
 

Da sapere

L’eccessivo consumo di zucchero contribuisce anche alla comparsa di fegato grasso e all’aumento dei livelli circolanti di lipidi ed è stato indicato come uno dei fattori che promuovono l’eccesso di peso e la sindrome metabolica.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Bimba di due anni che al nido non mangia nulla

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Può capitare che un bambino si rifiuti di mangiare al nido. Ma è solo questione di tempo: a mano a mano che impara ad accettare di buon grado il distacco, perché comprende che la mamma torna sempre, tutto si risolve.   »

Quarto cesareo: ci saranno problemi?

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo è sempre un intervento difficile per i medici, perché è possibile che i precedenti abbiano lasciato aderenze tra i tessuti uterini e gli organi circostanti, ma questo non significa che non possa andare comunque tutto per il meglio.  »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti